CAGLIARI – Salvato, grazie a tecnologia e abilità dei soccorritori, un escursionista che si era perso durante un trekking in Ogliastra. Una storia a lieto fine che richiama il dramma di Simon Gautier, il giovane parigino trovato morto dopo nove giorni di ricerche sui monti del golfo di Policastro, in Campania.
 L’allarme al 118 è partito alle 9.30, ma verosimilmente chi ha chiesto aiuto, un toscano di 38 anni,  stava vagando a vuoto da un pò di tempo alla ricerca di un varco o uno spiraglio che gli facesse intravedere il mare.

Trovare la strada non è facile in quella zona, perché quando si entra in una gola fra due pareti si vedono solo rocce e piante, piante e rocce.  Tanto che c’è un’ordinanza che invita gli escursionisti a non avventurarsi da soli, ma a servirsi delle guide, sottolinea il sindaco di Baunei Salvatore Corrias.

Consigli e ordinanza, non  raccolti. E allora, lungo il cammino che porta a Cala Mariolu, uno dei paradisi della Sardegna, c’è voluto l’intervento del Corpo regionale di Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas).

Decisivo per il ritrovamento del turista toscano che aveva perso completamente l’orientamento, è stato l’sms locator, dispositivo di geolocalizzazione che consente di individuare esattamente e immediatamente la posizione del disperso.

Ma che cosa è esattamente? “La condizione fondamentale per il suo funzionamento – spiega Silvia Arrica, referente stampa del servizio regionale di Soccorso alpino e speleologico – è la presenza sia di una rete dati che la copertura telefonica.

L’escursionista ha allertato il 118 e il servizio ha girato il numero al soccorso alpino”. A quel punto il cerchio si stringe sulla persona da salvare. “Chi è in difficoltà riceve un sms con il quale viene avvisato che i soccorritori lo stanno cercando. Nel messaggio è presente un link e un invito alla sua apertura. Una volta che il link viene aperto i soccorritori possono ricevere tutte le informazioni per decifrare la sua esatta posizione. In pratica funziona come una web app”.
L’sms locator – ma esistono anche altri programmi con le stesse caratteristiche – è molto diffuso e utilizzato dai servizi di soccorso in tutta Italia, Sardegna in testa.

Con queste preziose indicazioni i soccorritori hanno raggiunto in breve tempo il 38enne e lo hanno accompagnato fino alla spiaggia, la meta della sua passeggiata. Visti i numerosissimi interventi nella zona dell’Ogliastra, il sindaco di Baunei, nella sua veste di consigliere regionale, ha presentato una proposta di legge chiedendo più personale e più risorse economiche per il soccorso alpino.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop