FIRENZE –  Il Frosinone non smette di credere nella salvezza. Con una rete del suo uomo simbolo, quel Daniel Ciofani protagonista dell’ascesa dalla serie C alla massima divisione, i ciociari espugnano il Franchi e bissano con merito il successo ottenuto mercoledì contro il Parma. La squadra di Baroni, infatti, interpreta la sfida con la massima lucidità. Attenta in fase difensiva, fa spendere energie a una Fiorentina troppo prevedibile e nella ripresa aumenta il ritmo, affacciandosi pericolosamente nell’area avversaria e punendo i gigliati con un gol da manuale. I viola non sanno più vincere ed escono tra i fischi, con i tifosi che contestano sia Pioli che la famiglia Della Valle.

Nella Fiorentina rientra Chiesa

Nella Fiorentina torna titolare Chiesa, Laurini viene preferito a Vitor Hugo in difesa e Mirallas vince il ballottaggio con Simeone nel tridente d’attacco, che ha in Muriel il perno centrale. Tra gli ospiti, invece, Goldaniga e Sammarco hanno la meglio su Brighenti e Maiello, mentre in avanti trova ancora spazio Pinamonti dopo l’ottima prestazione contro il Parma.

Emozioni in avvio, subito due palle gol

L’avvio di partita regala un vibrante botta e risposta. Al 2′ Salamon impegna Lafont alla deviazione in tuffo con un colpo di testa sugli sviluppi di calcio d’angolo. Sul ribaltamento di fronte Mirallas si invola verso l’area avversaria e vede il suo tiro disinnescato in corner da Sportiello. Dopo il brivido iniziale, la Fiorentina comanda il gioco e si affida soprattutto ai traversoni dalle corsie laterali, senza però riuscire a pungere: Milenkovic ci prova con la rovesciata, Chiesa manca la porta di poco con un inserimento sul secondo palo.

I viola abbassano il ritmo

Con il passare dei minuti la manovra viola cala d’intensità e l’unica vera chance arriva su un’incornata di Benassi da palla inattiva. I ciociari si difendono con ordine e si fanno vedere in avanti al 39′, quando un velenoso tiro di Beghetto viene neutralizzato in due tempi da Lafont. In avvio di ripresa i padroni di casa continuano a gestire il possesso e Pioli aumenta il peso del suo attacco, con l’inserimento di Simeone.

Il Frosinone sale di tono

Il cambio di assetto tattico non produce gli effetti sperati e le offensive gigliate finiscono intrappolate nella ragnatela difensiva dei laziali. Il Frosinone, consapevole che un pareggio servirebbe a poco, prende coraggio e, in perfetta linea con il piano partita disegnato da Baroni, incomincia a rompere gli indugi. L’ingresso di Ciofani ne è la conferma e l’attaccante mostra subito un ottimo impatto sulla sfida. Goldaniga e Paganini, entrambi di testa, sfiorano il vantaggio, ma è proprio il 33enne di Avezzano a decidere la sfida.

Il sigillo di Ciofani

All’84’ Pinamonti lo serve in area, Ciofani controlla e incrocia sul palo più lontano con un’esecuzione perfetta. La Fiorentina cerca gli ultimi assalti, con i ciociari costretti a chiudere in dieci per l’infortunio di Salamon quando le sostituzioni sono già esaurite, ma non sfonda. Il colpo del Frosinone (a -5 dal quartultimo posto in attesa degli impegni di Bologna ed Empoli) getta altra benzina su una lotta salvezza già rovente, mentre per la Fiorentina (a secco di vittorie dal 17 febbraio) arriva la conferma che le speranze europee ormai passano soltanto dalla conquista della Coppa Italia.
 
FIORENTINA-FROSINONE 0-1 (0-0)
FIORENTINA(4-3-3): Lafont; Laurini, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Benassi (13′ st Dabo), Veretout, Gerson (13′ st Simeone); Chiesa, Muriel (34′ st Vlahovic), Mirallas. In panchina: Terracciano, Brancolini, Vitor Hugo, Ceccherini, Hancko, Norgaard, Montiel, Graiciar. All. Pioli.
FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Paganini, Chibsah, Sammarco (1′ st Maiello), Valzania (35′ st Zampano), Beghetto; Trotta (23′ st Ciofani), Pinamonti. In panchina: Bardi, Krajnc, Cassata, Molinaro, Brighenti, Ghiglione, Dionisi, Ciano, Simic. All. Baroni.
ARBITRO: Chiffi di Padova.
RETE: 39′ st Ciofani.
NOTE: giornata mite; terreno di gioco in buone condizioni. spettatori 27.000 circa. Ammoniti: Beghetto, Paganini, Capuano, Goldaniga, Dabo. Angoli: 10-7 per la Fiorentina. Recupero: 2′; 6′.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml