LA VALLETTA (MALTA) – Un mini-ritiro per lasciarsi alle spalle le vacanze natalizie e ricalarsi di nuovo nel clima agonistico, in vista di un 2019 in cui occorre un salto di qualità per raggiungere traguardi importanti. Stefano Pioli e la sua Fiorentina sono dunque al lavoro in questi giorni a Malta per preparare al meglio una seconda parte di stagione dove i viola sono chiamati a salire di livello se vogliono centrare l’obiettivo Europa.

PIOLI: “VOGLIAMO FARE UN GRANDE GIRONE DI RITORNO” – “L’obiettivo è fare un girone di ritorno migliore di quello d’andata, sappiamo che non è facile perché è un campionato molto livellato, molto difficile, per cui ci sarà da spingere e subito – sottolinea l’allenatore dei gigliati – E’ chiaro che il sole va bene però non siamo qui in villeggiatura ma per lavorare. Stiamo facendo un buonissimo lavoro, i campi sono perfetti e la location è ideale per i giocatori che hanno bisogno di stare insieme dopo 6 giorni di stacco. Ci aspettano degli impegni importantissimi, a partire da quello di domenica in Coppa Italia col Torino, e poi alla ripresa del campionato affronteremo la Samp, in un girone di ritorno dove dobbiamo fare meglio rispetto a quello d’andata”.

“MURIEL ENTUSIASTA DI ESSERE QUI, CI DARA’ UNA MANO” – Pioli si dice soddisfatto dell’impatto di Luis Muriel. “L’ho trovato molto positivo, molto entusiasta di essere qui con noi. E’ stato accolto bene dal resto del gruppo e sta abbastanza bene fisicamente – spiega il tecnico – anche se arriva da dieci giorni di pausa e non ha avuto moltissimo minutaggio. E’ un giocatore di talento, sono sicuro che possa offrirci qualcosa di diverso con le sue caratteristiche. A livello tattico può giocare da prima o da seconda punta, in alternativa o assieme a Simeone: è molto disponibile, vedremo quando e dove farlo giocare”. Di sicuro il 27enne attaccante colombiano sarò fra i protagonisti del triangolare di domani con le formazioni locali dell’Hibernians e del Gzira United: “Sarà l’occasione per ritrovare un po’ di ritmo e per capire a che livello di condizione è, anche se i test di ieri sono stati positivi”.

“PJACA TORNA ALLA JUVE? NON SO NULLA” – Sulla situazione di Pjaca e sul suo possibile ritorno anticipato alla Juve, invece, l’allenatore della Fiorentina fa spallucce: “non so niente e non mi riguarda, non ha avuto difficoltà dal punto di vista tattico, si sta allenando bene coi compagni e può darci una mano”. Di Pjaca e di altri possibili obiettivi di mercato non ha voluto parlare il vicepresidente Gino Salica, che ha preferito coccolarsi Muriel: “speriamo che porti quel valore aggiunto che tutti ci aspettiamo, poi vedremo quello che succederà. Per il resto vediamo, ad oggi non c’è nessuna situazione particolare da segnalare”.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml