FIRENZE – Il Sassuolo sbanca il Franchi 1-0 nel monday night della 34/a giornata e conquista la salvezza matematica con quattro turni d’anticipo vincendo la prima gara in trasferta in questo 2019. E’ notte fonda, invece, in casa Fiorentina che non esulta in campionato dal 17 febbraio scorso quando vinse 4-1 a Ferrara contro la Spal. In casa i viola non vedono i tre punti addirittura dal 16 dicembre del 2018 e ora in classifica vengono scavalcati proprio dagli uomini di De Zerbi tra i fischi dei suoi tifosi con la curva Fiesole semideserta per protesta.

APPROCCIO SBAGLIATO DAI VIOLA – Senza più nulla da chiedere al proprio campionato, con i sogni europei sfumati troppo presto per la viola e con l’obiettivo salvezza raggiunto già nel girone di andata per gli emiliani, Fiorentina e Sassuolo si affrontano per rendere quanto meno più dolce questo finale di stagione. Teoricamente più motivata, visti il ritorno in panchina al Franchi di Montella e la voglia di riscattare la cocente eliminazione in coppa Italia, la squadra di casa regala letteralmente un tempo all’avversario, per poi svegliarsi timidamente nella ripresa senza, però, crearsi occasioni nitide davanti a un ottimo Consigli.

BERARDI SEGNA, CONSIGLI PARA – Dopo un avvio avaro di emozioni, il Sassuolo inizia a imporre il proprio ritmo surclassando la Fiorentina con gli esterni e vincendo lo scontro in mezzo al campo. Il primo squillo neroverde arriva al quarto d’ora con Lafont che deve respingere con i pungi un diagonale da dentro l’area di Lirola. Alla mezz’ora due occasioni nel giro di 5′ per gli uomini di De Zerbi: la prima, più clamorosa, capita sul piede di Rogerio che deve spingere il pallone a pochi passi dalla linea di porta, ma la manda sul fondo; la seconda ancora con Rogerio che questa volta si vede respingere il tiro in angolo da Laurini. Il gol, però, arriva meritatamente al 37′ con Berardi dal limite che beffa Lafont anche grazie alla deviazione di Pezzella. La viola avrebbe subito l’opportunità di pareggiarla quando Peluso stende Chiesa in area, ma Veretuot (che fin qui dal discetto era stato un cecchino) si lascia ipnotizzare da Consigli.

DEMIRAL FERMATO DAL VAR – Nella ripresa Montella, per nulla soddisfatto, si gioca subito due carte: Beloko per Dabo, e Gerson (fischiatissimo) per Mirallas. La viola ha sicuramente un atteggiamento diverso rispetto al primo tempo, ma è sempre il Sassuolo a tenere in mano le redini del centrocampo e della partita. Al 57′ acuto dei padroni di casa con un bel sinistro di Chiesa dal limite sul quale Consigli vola a deviare in angolo. Poi 3′ più tardi Demiral raddoppia per il Sassuolo, ma dopo quattro lunghissimi minuti, dal Var arriva la segnalazione (millimetrica) di fuorigioco. Scampato il pericolo, gli uomini di Montella ci riprovano con Chiesa, ma è ancora Consigli a dire di no alla vivacissima punta viola. A 10′ dalla fine grandissima respinta di Lafont su Duncan che prova a far dimenticare l’errore in coppa Italia contro l’Atalanta. E’ l’ultima emozione di una partita non bellissima.

FIORENTINA-SASSUOLO 0-1 (0-1)
Fiorentina (4-3-3): Lafont; Biraghi, Laurini, Milenkovic, Pezzella; Veretout, Fernandes (dal 30? st Simeone), Dabo (dal 1? st Beloko); Chiesa, Muriel, Mirallas (dal 1? st Gerson). A disposizione: Ghidotti, Brancolini, Hancko, Vitor Hugo, Ceccherini, Norgaard, Benassi, Montiel, Vlahovic. Allenatore: Vincenzo Montella.
Sassuolo (3-5-2): Consigli; Demiral, Peluso, Ferrari; Lirola, Sensi (dal 37? st Duncan), Magnanelli, Bourabia, Rogerio; Berardi (dal 46? st Matri), Babacar (dal 24? st Boga). A disposizione: Pegolo, Satalino, Marlon, Lemos, Sernicola, Adjapong, Djuricic, Brignola, Di Francesco. Allenatore: Roberto De Zerbi.
Arbitro: Fourneau di Roma
Marcatori: al 37? pt Berardi
NOTE: Ammonizioni: Laurini, Pezzella, Peluso, Beloko. Recupero: 0′, 5′. Al 41? pt Consigli para un rigore a Veretout


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml