Il tribunale di Firenze ha condannato Denis Verdini a 4 anni e 4 mesi per bancarotta nel processo relativo al fallimento di una società di costruzioni di Campi Bisenzio, i cui titolari avevano rapporti con l’ex senatore di Ala quando era presidente del Credito cooperativo fiorentino. Condannati rispettivamente a 3 anni e 4 mesi e a 2 anni e 4 mesi gli imprenditori di Campi Bisenzio Ignazio Arnone e il figlio Marco Arnone.

Il pm di Firenze Luca Turco aveva chiesto sei anni per l’ex senatore di Ala e 1 anno e 3 mesi per Ignazio e Marco Arnone riconoscendo loro le attenuanti generiche per la “totale subordinazione a Verdini”. La vicenda riguarda il passaggio di denaro dagli Arnone al Ccf da cui avevano ricevuto in appalto lavori edili per la sede di viale Belfiore a Firenze.

Parte dei proventi furono dirottati dagli Arnone al Ccf per ridurre la loro l’esposizione debitoria. Verdini era intervenuto con una dichiarazione spontanea dicendo che “i lavori erano stati assegnati a clienti di vecchia data della banca, furono fatti e la banca li pagò”, “tra gli Arnone ci furono normali rapporti patrimoniali tra padre e figlio”. Per Turco fu invece un’operazione “studiata a tavolino”


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml