FROSINONE – “Dobbiamo farcela perché sappiamo quanto può essere importante una vittoria per cercare di iniziare un campionato che ci rimetterebbe in gioco, per acquistare fiducia e morale. Unico obiettivo di questa partita è vincere”. Moreno Longo non cerca alibi, nè intende nascondere il difficilissimo inizio di campionato del suo Frosinone. Domani arriva il Genoa allo Stirpe e non si può non pensare che i tre punti siano fondamentali per la classifica di una squadra ancora ancora a un solo punto e con zero gol fatti. In una lettera aperta il presidente Stirpe imputa al suo allenatore integralismo e di scarsa flessibilità. “Parto da un presupposto: un presidente ha il diritto e il dovere di esprimere il proprio pensiero. Sono il primo a pensare che senza Stirpe qui, nessuno potrebbe essere al proprio posto. Se oggi il Frosinone è in A ed è diventato una piccola-grande realtà del calcio italiano lo si deve a lui. Per quanto riguarda la sua affermazione ne prendo atto e non posso che accettare la critica, ho grande rispetto della sua figura. Poi è normale che da parte mia non mi sembra di essere integralista o poco flessibile perché la mia carriera ha dimostrato altro”.

“Ho vinto uno scudetto e una Supercoppa con un 4-3-3 e 4-2-4, a Vercelli ho iniziato con il 4-3-3 e poi col 3-5-2 ci salvammo – continua Longo -. Vengo a Frosinone con una squadra costruita per il 3-5-2, prendiamo Ciano e giochiamo con un 3-4-1-2 per cercare di far coesistere giocatori importanti per la fase offensiva. Si fa male Ciofani, siamo in difficoltà e faccio giocare la squadra le ultime 4 di campionato con il 4-2-3-1, ne vinciamo tre e pareggiamo all’ultimo secondo col Foggia. C’era da ritrovare compattezza e metto la squadra col 3-5-2. Il 3-5-2 di quest’anno è stato costruito per questo campionato. E’ un modulo che se lo costruisci con l’idea di farlo in maniera funzionale è difficile da cambiare a meno che non si hanno elementi duttili. In serie A si richiedono dinamicità differenti, Ciano ad esempio ha fatto il trequartista ma lo ha fatto in B. Sono qui a cercare soluzioni, ma non credo che un modulo diverso ci avrebbe permesso di vincere le partite. Col Bologna abbiamo giocato alla pari, con la Samp dopo un gol regalato la partita l’ha fatta il Frosinone. Il 2-0 ci ha poi tagliato le gambe. Questa è la mia analisi, credo lucida e con grande coerenza di idee. So che quando non vengono i risultati tutto diventa fumo, ma conta è quello che dice il campo. Se il Frosinone fa risultati quello che ho detto acquisisce valenza, altrimenti è aria fritta”.

Tornando alla gara con il Genoa, Longo ribadisce: “abbiamo grande rispetto, ma è una partita che dobbiamo vincere a tutti i costi. Poi sappiamo che gente come Piatek e Pandev sono di grandissimo livello ma dobbiamo vincere. Il 3-4-1-2? E’ una opportunità, ma non dobbiamo andare allo sbaraglio perchè ci serve vincere. Conterà ancora di più il cervello, la serie A ha bisogno di letture nella fasi della partita”. Tornando alle osservazioni di Stirpe, il presidente ha parlato di squadra molle dopo il ko di Roma. “Questo gruppo deve diventare squadra. L’ho difeso dopo la partita con la Roma, l’ho fatto perchè vedo quello che fanno i ragazzi durante la settimana. Ma loro sanno che l’atteggiamento giusto è quello visto contro la Juve non contro la Roma dove sembravamo appunto molli. Abbiamo analizzato anche il problema delle ammonizioni. E se manca questo a chi deve salvarsi, stiamo parlando di nulla. Il presidente è molto vicino alla squadra e al sottoscritto. Ci parliamo e i ragazzi conoscono bene il pensiero del presidente. Dobbiamo accettare le considerazioni di chi sta in cima alla piramide della società e che da signore qual è ci mette sempre la faccia fino in fondo”. Resta il fatto che la panchina di Longo è a rischio. “Quando si fa l’allenatore lo si fa con grande percentuale di rischio. Io domani sarò concentrato per 95′ ma so che l’ipotesi di un esonero può esserci sempre. C’è grandissima voglia di uscire da questa situazione. Non esiste medicina diversa che vincere e iniziare a fare tre punti”.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml