Riunioni serrate per dare alla Bce domani il piano e convocare l’assemblea tra due mesi. A pagare è la cordata “ibrida” che ha in Cassa centrale banca il partner industriale: ai trentini il 10% delle azioni e metà del subordinato da 200 milioni


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml