SE C’E’ un obbiettivo che Samsung voleva raggiungere era quello di avere il miglior smartphone Android in circolazione. E con il Galaxy S10 ha fatto del suo meglio per raggiungerlo. Iniziamo dall’aspetto, assolutamente elegantissimo, arrotondato, vetro leggermente curvo e bordi praticamente inesistenti. Comodo da tenere in mano e leggerissimo da portare in tasca. Anche se è scivoloso, quindi meglio usare una cover per evitare sorprese. Due pulsanti sulla sinistra, quello del volume e quello Bixby sotto, sulla parte destra il pulsante d’accensione e sotto, per la gioia dei tradizionalisti, il jack audio. Fotocamere in orizzontale sul retro e sensore di impronte digitali scomparso sotto al display. Molto resistente, certificato IP68 per la resistenza all’acqua e alla polvere. Il display è eccellente, il pannello è un Dynamic Amoled, con colori assai vivaci, bel contrasto e notevole luminosità. La dimensione è 6,1 pollici e non c’è il notch. Manca lo scanner dell’iride, non c’è il riconoscimento facciale 3D, ma a dire la verità, tranne che per i supermaniaci della sicurezza, non è una grande assenza.

Il processore è Exynos 9820, il sistema operativo è Android 9 Pie, combinato con la nuova interfaccia utente One UI di Samsung, molto buona. Date le dimensioni e le evidenti difficoltà ad usare lo smartphone con una mano sola, la soluzione che Samsung propone è quella di “dividere” lo schermo in due, la parte superiore, un terzo circa, visualizza informazioni, i rimanenti due terzi servono per interagire con la macchina, il che rende tutto decisamente più comodo. Per facilitare la navigazione il sistema operativo “costringe” spesso all’uso della funzione di ricerca, ma questo a nostro avviso non è un difetto ma un pregio, ci si abitua rapidamente e tutto sembra essere più funzionale. C’è un intero set di app Samsung da utilizzare al posto di quelle di Google, il che rende l’uso quotidiano sempre più autonomo da Google.

Le fotocamere sul retro sono tre, una da 16MP ultra grandangolare, una da 12MP e un Teleobbiettivo da 12MP. Davanti c’è una sola fotocamera da 10MP. Il risultato generale delle foto è più che buono, la fotocamera è veloce nella messa a fuoco, nello scatto e nel salvataggio, e le immagini sono ben stabilizzate. Le riprese video soffrono leggermente, ma nella sostanza il comparto “immagine” è di livello eccellente. Con il nuovo processore c’è anche una unità NPU che viene utilizzata principalmente per le foto, per gestire gli scatti, per una molteplicità di effetti e filtri, considerando che l’intelligenza artificiale può essere anche disattivata per scattare foto “pulite”. Non c’è una modalità “notturna” dedicata.

C’è un deciso miglioramento nel campo del suono: c’è ancora un solo altoparlante in basso ma usa la capsula auricolare per ottenere un audio stereo. C’è il jack per i nostalgici anche se le performance migliori sono con gli auricolari Bluetooth di casa, le Galaxy Buds. Nella confezione ci sono comunque degli ottimi auricolari AKG.

La batteria è sufficiente ma non eccelsa se si fa un uso intenso dello smartphone. Oltre alla ricarica tradizionale, il Galaxy S10 si ricarica senza fili tramite Qi e grazie al Wireless PowerShare, il Galaxy S10 può anche alimentare altri dispositivi.

Le performance generali del Galaxy S10 sono davvero ottime, gestisce molte funzioni contemporaneamente, si scalda ma non troppo, non subisce rallentamenti o blocchi improvvisi anche se messo sotto sforzo: rappresentano un vero successo. Anche se lo smartphone Samsung non è ancora così veloce e reattivo come il OnePlus 6T, non sono riuscito a portarlo al limite della sua potenza. Non importa se tenete molte applicazioni aperte, giochi pesanti, video ad alta risoluzione, il Galaxy S10 sa gestire tutto questo. Si scalda, questo è vero, ma non in modo allarmante. E’ una macchina decisamente bella da vedere e comoda da usare, può dare molte soddisfazioni sia agli utenti che prediligono fotografia e social, che a chi lo usa per giochi e intrattenimento video. Il miglior Galaxy mai realizzato? Certamente sì.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml