GENOVA – Per il Genoa tre vittorie su tre partite in casa e due sconfitte su due in trasferta. Mister Ballardini come può riuscire a dare equilibrio alla sua squadra? “Abbiamo sbagliato una sola partita, quella di Roma con la Lazio. Ma è importante che ci sia una crescita costante per quanto riguarda il gioco. Se però creiamo difficoltà agli avversari quando siamo in possesso di palla, dobbiamo essere più squadra quando la palla l’hanno gli altri, restando più equilibrati, compatti e attenti nel riconquistare il pallone. E se non riusciamo a riconquistarlo allora dobbiamo essere messi bene a difesa della porta con ogni giocatore, attenti e bravi a coprire il campo in fase difensiva sia nella metà campo avversaria che nella nostra. E su questo aspetto che dobbiamo migliorare molto”.

Il Frosinone non ha ancora segnato nemmeno un gol.
“Mi chiedete che sensazioni ho per quanto riguarda questa partita e io con una battuta rispondo che non sono buone perché quando tu vieni da un’eccellente prestazione come la nostra col Chievo e gli avversari hanno l’acqua alla gola non c’è mai da fidarsi. E poi il Frosinone non è la cenerentola che si vuol far credere. La società è molto seria e hanno preso giocatori che hanno campionati alle spalle di Serie A. E’ anche giusto ricordare che il Frosinone non ha avuto un calendario agevole, ha incontrato Roma, Lazio, Juventus. E contro un Bologna, che poi abbiamo visto non essere così male, meritava di vincere. Hanno toppato la partita in casa con la Sampdoria, ma hanno subito il primo gol a causa di un disimpegno sbagliato e immediatamente dopo si sono divorati l’occasione del pareggio”.
Insomma, meglio non fidarsi.
“Non mi preoccupa un ambiente che si annuncia caldissimo, ma le motivazioni dei nostri avversari. Di fronte ci troveremo una squadra piena di rabbia e di voglia, per loro sarà la partita della vita. Questa cose le sappiamo bene e non dobbiamo farci trovare impreparati. Per loro il campionato inizia domani e ce la metteranno tutta. Se tu però non hai la stessa determinazione perdi col Frosinone come con tutte le altre squadre della serie A”.
E’ la terza partita in sette giorni, possibilità di turn over?
“Devo rifletter se è il caso di far riposare qualcuno. In porta Radu o Marchetti? Ho deciso ma non lo dico. Pandev? Sta bene e mercoledì sera ho sbagliato a toglierlo perché la qualità del gioco è immediatamente calata. Potevo farlo giocare ancora 10/15 minuti e quindi non sono d’accordo né con Ballardini né col presidente (Preziosi aveva dichiarato che “sul due a zero è giusto sostituire un trequartista con un centrocampista” ndr). Mancheranno Lisandro Lopez, Lapadula e Rolon che ha avuto un problema muscolare. Romero, invece, è andato a giocare con la Primavera”.
Intanto a Pegli è tornato ad allenarsi Veloso.
“Conosce l’ambiente, è un ragazzo serio e con qualità. Si prepara perché ha la possibilità di rimettersi in gioco. Che sia qui o da un’altra parte lo vedremo in un secondo momento. Ora la sua idea è solo di rimettersi in condizione e recuperare da un punto di vista fisico”.

INTER-CAGLIARI SABATO ALLE 20,30 IN DIRETTA SU DAZN*FROSINONE-GENOA DOMENICA ALLE 15 IN DIRETTA SU DAZN
*Repubblica.it indica alcuni eventi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Repubblica.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml