GENOVA – Un poker dal profumo di Champions. L’Inter passa 4-0 a Marassi domando un Genoa rimasto in 10 per più di un tempo e consolida il terzo posto grazie anche ad i passi falsi di Milan, Lazio e Roma. Un gol e un assist per Mauro Icardi, tornato in campo dopo quasi due mesi. Di Gagliardini, che ha aperto e chiuso la gara con una doppietta, e Perisic le altre firme nerazzurre.

Il ritorno di Icardi

Prandelli è senza capitan Criscito, squalificato, al suo posto c’è Pezzella, torna titolare Sanabria. Come annunciato in conferenza stampa Spalletti si affida a Icardi, dal 1′ anche Nainggolan. La fase di studio dura poco perché al 15′ Asamoah premia l’inserimento vincente in aera di Gagliardini che, con un preciso sinistro, fulmina Radu. Poco dopo Icardi ha una clamorosa occasione a tu per tu con il portiere avversario, ma l’ex nerazzurro calcia clamorosamente sul palo. Ma l’appuntamento con la rete è solo rinviata pochi secondi prima dell’intervallo quando Romero lo atterra a pochi metri dalla porta. Il difensore dei liguri viene espulso per chiara occasione da gol e dagli 11 metri l’ex capitano nerazzurro spiazza Radu raggiungendo Christian Vieri a quota 123 gol. Durante l’esultanza tutti i compagni vanno ad abbracciare Maurito. Per il Grifone è una mazzata.

Gol e assist

Oltre al gol, Icardi si fa elogiare anche per un delizioso assist per Perisic che al 54′ chiude definitivamente la gara. Spalletti risparmia allora qualche minuto a Brozovic inserendo Joao Mario e a 10′ dalla fine finisce anche la partita di Icardi che lascia spazio a Keita. All’81’ c’è spazio per la doppietta di Gagliardini che incorna di testa su angolo di Perisic. Anche all’andata il mediano ex Atalanta aveva realizzato due gol, evidentemente ha un conto aperto con i rossoblù. Per l’Inter è una vittoria che vale doppio perché, con il contemporaneo rallentamento di Milan, Lazio e Roma, il terzo posto è ulteriormente consolidato. E con un Icardi in più.

GENOA-INTER 0-4 (0-2)
GENOA (4-4-2): Radu; Pedro Pereira, Romero, Zukanovic, Pezzella; Sturaro (20’st Bessa), Radovanovic (36’st Mazzitelli), Rolon, Lerager; Sanabria (41’pt Biraschi), Kouame. In panchina: Marchetti, Jandrei, Gunter, Lapadula, Pandev, Lazovic, Lakicevic, Favilli, Veloso. Allenatore: Prandelli.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Asamoah; Gagliardini, Brozovic (21’st Joao Mario); Politano (28’st Borja Valero), Nainggolan, Perisic; Icardi (35’st Keita). In panchina: Padelli, Vecino, Ranocchia, Cedric, Dalbert, Colidio, Salcedo, Candreva. Allenatore: Spalletti.
ARBITRO: Mariani di Aprilia.
RETI: Gagliardini al 15′, Icardi (rig) al 40′, Perisic al 54′ e Gagliardini all’81’.
ESPULSO: Romero al 39′.
AMMONITI: Lerager, Zukanovic e Asamoah.
ANGOLI: 6-1 per l’Inter.
RECUPERO: 1′ e 0′.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml