Il cadavere di un ragazzino di 15 anni, di origine straniera, è stato trovato questa mattina poco dopo le 8 accanto alla ferrovia in aperta campagna, tra le stazioni di Centallo e San Benigno, in una zona di frutteti dove la massicciata dei binari è anche piuttosto impervia.

Secondo i primi rilievi del medico legale il giovane è morto a causa di un trauma ma non è ancora chiaro se sia stato investito nella notte da un treno il cui macchinista potrebbe non essersi accorto di nulla. Al momento, spiegano gli investigatori, tutte le ipotesi sono aperte.

Il cadavere è stato segnalato soltanto questa mattina dal macchinista del treno regionale 22964 di Trenitalia diretto a Fossano. La circolazione ferroviaria in quel tratto sulla Torino-Cuneo è sospesa per consentire l’intervento della polizia ferroviaria che sta indagando per capire le cause della morte del giovanissimo straniero. Sul posto anche la polizia scientifica.

Proprio la linea Torino-Cuneo, qualche anno fa, era stata inserita dai sindacati tra le 15 più pericolose d’Italia per la sicurezza personale dei passeggeri: a bordo dei treni si verificano periodicamente atti vandalici e di bullismo, e talvolta rapine, da parte di baby gang spesso formate da giovanissimi nordafricani. 
 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml