#Giùlemanidallinformazione: a Milano il flash mob dei giornalisti


In piazza in tutte le regioni italiane, l’iniziativa indetta dalla Federazione della Stampa contro gli attacchi alla categoria

Giù le mani dell’informazione. I giornalisti italiani scendono in piazza in tutte le regioni d’italia per difendere la libertà di stampa e contrastare “la deriva di un linguaggio della politica fatto di insulti e minacce a chi ogni giorno svolge il proprio dovere di informare i cittadini”. Attacchi a una categoria professionale, ma soprattutto all’articolo 21 della Costituzione che mettono a rischio il diritto ad essere informati. Per questo la Federazione nazionale della stampa italiana e le associazioni regionali di stampa organizzano dei flash mob nella piazze dei capoluoghi di regione per dire “basta attacchi ai giornalisti” e “giù le mani dell’informazione”, per una stampa “non condizionata da insulti e da minacce”, come ha ricordato ieri il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
A Milano l’appuntamento è in via Vivaio, angolo corso Monforte. Presenti Paolo Perucchini, presidente dell’Associazione Lombarda dei giornalisti,
Anna del Freo, segretaria generale aggiunta della Fnsi.
 Alla mobilitazione aderiscono, tra gli altri, il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti e gli ordini regionali dei giornalisti, Usigrai,  Anpi, Articolo21, Libera e rappresentanti delle istituzioni locali.
 

13 novembre 2018 – Aggiornato alle







SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml