Picchiata e denudata, resiste al suo aggressore e lo mette in fuga, staccandogli un pezzo di lingua con un morso. Il giovane, 21 anni, è poi stato arrestato, in ospedale ha provato a giustificare la ferita dicendo di essere stato vittima di un’aggressione.

Non, però, secondo le testimonianze della donna, 52 anni, e di un passante. Secondo quanto appurato dagli inquirenti il ventunenne, Elsisi Mohamed Ismail Kamel, un egiziano di 21 anni residente a Grosseto, ha scaraventato a terra la cinquantenne, piombandole addosso all’improvviso. L’ha colpita con pugni al volto e alla mascella, fratturandole uno zigomo. Poi le ha strappato i vestiti di dosso e ha tentato di baciarla e violentarla. Non ci è riuscito solo per la forte resistenza opposta dalla donna che, seppur ferita e impaurita, è comunque riuscita a divincolarsi, a mordere la lingua del suo aggressore, ferendolo, a scappare e chiamare i carabinieri. Il giovane è stato trovato dai militari poco dopo ed è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per il reato di violenza sessuale aggravata e lesioni personali e portato nel carcere di Grosseto.

L’aggressione alle 6.45 di giovedì 1°novembre, sulle scale del parcheggio degli arcieri, vicino alle mura medicee del centro storico. La donna, a quell’ora, stava tornando dal lavoro. L’uomo però l’ha colta di sorpresa picchiandola e tentando di violentarla. Lei ha reagito e ha dato l’allarme facendo partire subito le ricerche. Che, grazie anche alle indicazioni fornite da una persona che aveva soccorso la vittima, hanno subito dato esito positivo. Anche la donna ai militari era riuscita a dare una descrizione dettagliata dell’aspetto e degli abiti del suo aggressore. La cinquantaduenne è stata portata in ospedale dove è scattato il Codice Rosa, la procedura che si attiva in caso di violenza sessuale. La donna ora è ricoverata al Cto di Grosseto dove dovrà essere operata al volto, a causa della frattura. Per il ventunenne il pubblico ministero di turno della procura di Grosseto ha chiesto al gip la convalida del fermo e l’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere.

“A Grosseto un egiziano picchia e tenta di stuprare una 50enne in pieno centro, che poi è riuscita fortunatamente a fuggire. L’ennesimo inaccettabile caso di violenza nei confronti di una donna. Non possiamo fingere di non vedere. Ora basta! Tolleranza zero”, scrive su Twitter il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml