I funerali di Jerry, suicida perchè gli era stato negato il permesso


I funerali di Jerry, suicida perchè gli era stato negato il permesso

Il giovane nigeriano, laureato in chimica, si era tolto la vita a causa delle norme della Legge Sicurezza


Molta gente questa mattina alla basilica dell’Annunziata per i funerali di di Prince Jerry, il 25enne nigeriano che si è tolto la vita lunedì, lanciandosi sotto un treno a Tortona dopo aver visto sfumare la possibilità di ottenere un permesso umanitario in Italia, a seguito della Legge Sicurezza.
Ad officiare i funerali don Giacomo Martino, responsabile Migrantes del capoluogo ligure, che aveva accolto Prince Jerry nel centro di Multedo, e che martedì si era recato a Tortona per il riconoscimento della salma.

I funerali di Jerry, suicida perchè gli era stato negato il permesso

La bara sarà portata a Coronata per la sepoltura. Prince Jerry era laureato in chimica nel suo Paese, ma il documento non era riconosciuto in Italia: per questo il venticinquenne aveva ripreso a studiare, fuggendo dalla miseria della Nigeria e cercando riscatto nel nostro Paese.

01 febbraio 2019 – Aggiornato alle





SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml