E’ in arrivo sull’Italia una vera e propria burrasca, quasi di stampo autunnale, con il rischio concreto di temporali e grandine su molte regioni. Gli esperti del sito ilmeteo.it annunciano  che un vortice depressionario accompagnato da correnti instabili in discesa dal Nord Atlantico si muoverà dalla penisola Iberica e dalla Francia verso l’Italia.

Già oggi si sono verificati  fenomeni temporaleschi in  Sardegna, col violento nubifragio a Cagliari, successivamente il peggioramento si estenderà al Nordovest con possibili forti temporali accompagnati da grandine tra Liguria, Piemonte e Lombardia. Non verrà risparmiata nemmeno l’Emilia Occidentale, dove potranno verificarsi improvvisi acquazzoni. Qualche rovescio temporalesco potrà inoltre bagnare le zone montuose e collinari del Centro, interessando soprattutto la Toscana, l’Umbria, le Marche e il Lazio.

In mattinata un violento nubifragio si è abbattuto su Cagliari e hinterland causando allagamenti e qualche disagio per il traffico. Molte strade sono state invase dall’acqua e arrivano segnalazioni di semafori non funzionanti, compreso quello della metropolitana. “Quasi 14 mila fulmini, uno dietro l’altro, si sono abbattuti da questa mattina sulla Sardegna”. Lo annuncia l’esperto Dario Secci, meteorologo della rete “Sardegna Clima”, che sta monitorando l’ondata di maltempo che sta investendo la parte meridionale dell’Isola. A osservare le mappe che oggi registrano l’attività elettrica sul Continente, la Sardegna in questo momento è la zona più attiva d’Europa per numero di fulmini caduti. Su Cagliari città il pluviometro del Cedoc segnala in poche ore oltre 26 millimetri di pioggia già caduti

Domani, giovedi,  il vortice si isolerà sul mar Tirreno, provocando una nuova fase di maltempo sulle regioni centro-meridionali e sulle due isole maggiori: potranno svilupparsi temporali pomeridiani sui rilievi della Sardegna, della Sicilia e sulle zone interne di Toscana e Lazio, con locali sconfinamenti in direzione del versante adriatico.

Non andrà meglio al Nord, interessato dalla coda di un’altra perturbazione in transito sull’Europa centrale: saranno possibili forti rovesci temporaleschi sulle Alpi e sulle pianure di Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia. Tale instabilità proseguirà fino al prossimo weekend, in attesa di una svolta autunnale attesa entro l’inizio della prossima settimana.
 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop