Brutte notizie per chi è ancora in vacanza. E’ in arrivo un brusco cambio delle temperature in gran parte dell’Italia.  Il gran caldo sta per terminare, o almeno verrà fortemente ridimensionato, infatti l’anticiclone africano a partire da domani comincerà ad indebolirsi fino a venir cacciato a causa dell’intrusione di aria più mite proveniente dall’Atlantico: aria responsabile dell’innesco di temporali che potrebbero risultare anche molto forti.

I temporali che stanno interessando il Nord Italia e che hanno già provocato vari danni in Piemonte,  colpiranno da domani anche il Centro. Ne beneficeranno le temperature, che dopo il caldo africano di questi ultimi giorni si riporteranno su valori più vicini alla media del periodo, anche al Sud.

Il team del sito www.iLMeteo.it segnala oggi ancora  temperature elevate al Centro-Sud con punte fino a 38°C, in particolare nelle aree interne della Sardegna, della Sicilia e della Puglia, mentre sulle regioni settentrionali l’atmosfera comincerà a diventare più instabile.

Lo scenario meteo muterà radicalmente a cavallo tra oggi e domani, quando l’anticiclone africano lascerà il passo a un’ area depressionaria atlantica, la quale darà vita a un’ondata temporalesca col rischio di fenomeni molto forti su diverse zone.  Violenti come quelli che in queste ore e ieri notte hanno provocato danni nel novarese.
.
Nelle prime ore di domani tra Varesotto, Verbano, alto milanese e comasco ci saranno fenomeni temporaleschi violenti, locali nubifragi e grandinate, così in Piemonte. I temporali nel pomeriggio di domani si porteranno anche al Centro, in particolare sugli Appennini, su gran parte della Toscana (dove potranno essere localmente forti) e sulle zone interne della Sardegna. Sull’isola non sono esclusi rovesci o colpi di tuono fin sulle coste. Venerdì 23 il maltempo interesserà l’Appennino centro-meridionale, la Toscana (temporale fino a Firenze), le pianure del Lazio (possibile temporale fino a Roma), della Campania, della Sardegna (localmente forte) e della Sicilia.

Saranno possibili anche improvvisi acquazzoni sulle coste tirreniche. La colonnina di mercurio non scenderà di molto rispetto ai giorni precedenti, ma sarà sicuramente un caldo più sopportabile e soprattutto senza afa.

 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop