SETTECENTO tra pagine e account riconducibili ai partiti politici sono stati cancellati da Facebook. E’ cominciata così, nei giorni scorsi, la campagna del social network contro le fake news in vista delle elezioni in India. Saranno 879 milioni gli elettori elettori chiamati alle urne in cinque settimane a partire dall’11 aprile. Rimosse anche più di 100 pagine false attribuite all’esercito del Pakistan con cui di recente ha incrociato le armi per un’escalation sul Kashmir.

Oggi la controffensiva alla disinformazione è proseguita su WhatsApp che ha messo a disposizione un numero verde per segnalare voci e informazioni non verificate, un passo evidente per cercare di contrastare il dilagare di fake news che in passato hanno anche portato a episodi gravissimi di violenza. La società di proprietà di Facebook ha fatto sapere che sta lavorando con una startup, Proto, che la aiuterà a identificare i messaggi come veri, falsi o contestati.

In un Paese nel quale 500 milioni di persone hanno accesso a Internet e Facebook ha 340 milioni di utenti, più che in qualsiasi altra nazione, le elezioni rappresentano una sfida senza precedenti ma il rischio di possibili interferenze è ugualmente elevato. Gli esempi di fake news si sprecano: appena due settimane dopo l’attentato contro le forze di sicurezza indiane in Kashmir, un video ampiamente circolato su Facebook mostrava un attacco aereo indiano su un campo terroristico in Pakistan ma in realtà le immagini erano prese da un videogame e le fotografie dei cadaveri avvolti in sudari bianchi, presentati come guerriglieri pakistani uccisi nel raid, erano le vittime dell’ondata di caldo nel 2015. La notizia venne ripresa dai giornali locali che la presentavano come esclusiva.

E c’è un’ulteriore complicazione. La grandissima varietà dell’India fa sì che i video e i post vengano postati in tante lingue, una difficoltà in più per i software e i controllori umani di Facebook che lavorano in gran parte in inglese; senza contare che molto del materiale arriva dagli stessi partiti e candidati.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml