MILANO – Due giorni e sarà Inter-Juve, la prima di Beppe Marotta da interista. Sarà un mix di emozioni di ogni tipo per l’ad dopo il divorzio sancito a settembre. In Lega Calcio il dirigente nerazzurro e il presidente bianconero Andrea Agnelli dopo quel dì si sono già incontrati e salutati. Sabato lo faranno all’interno di San Siro da avversari. Nella partita di andata allo Stadium, infatti, Marotta ancora alla prese con la definizione del contratto non era presente. Attendendo la sfida tra due squadra divise da sempre, Luciano Spalletti sta pensando di andare verso la conferma della squadra scesa in campo contro la Roma sabato scorso. D’Ambrosio, Asamoah terzini, De Vrij e Skriniar coppia centrale. Unico cambio a centrocampo con il rientro di Brozovic che farà coppia con Vecino. Davanti Politano, Nainggolan, Perisic e Lautaro.

“Con la Juve è una gara importantissima, è il derby d’Italia. Anche loro vorranno vincere come fanno in ogni partita. Dovremo essere molto concentrati nei primi 15-20 minuti, di solito non riusciamo a farlo e quindi dovremo essere forti mentalmente. Dobbiamo fare la partita, gestirla e poi buttarla dentro che è una cosa che ultimamente ci è mancata”, sottolinea Borja Valero, che prosegue e su quella che potrebbe diventare per l’Inter il match point Champions dà la scossa ai compagni: “Mancano sempre meno partite alla fine del campionato, ma non ci possiamo rilassare. Tutti i punti sono fondamentali per arrivare a quel traguardo che per noi sarebbe importante”. Infine, il centrocampista interrogato su Mauro Icardi rimarca: “E’ più giovane di me ma è maturo, saprà gestire questi momenti come abbiamo fatto tutti nella nostra carriera”.

Nel mentre, i numeri dicono che sarà una sfida mondiale quella di sabato a San Siro. Il derby verrà trasmesso in tutti e 5 i continenti, da 40 broadcaster, per un totale di circa 200 Paesi collegati. Saranno invece circa 420 gli operatori dell’informazione accreditati, con 55 media stranieri e oltre 250 giornalisti. Cifre rilevanti arrivano anche dagli Inter Club: saranno più di 17mila i soci presenti, in linea con il record assoluto toccato dalla campagna tesseramenti della stagione 2018/19 che ha superato i 137mila iscritti in oltre 906 Inter Club, dai più vicini ai più lontani, disposti a percorrere oltre 16.000 km per assistere dal vivo al match. Che Inter-Juve abbia inizio.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml