MILANO – Il futuro di Mauro Icardi è qualcosa che va al di là di tutto. Un intreccio di volontà più o meno nascoste, post social, Champions League e programmi televisivi promessi (alla signora Wanda Nara, moglie e agente). Tutto questo sta dentro al domani della punta argentina, che dopo aver perso anche la maglia numero 9 finita sulle spalle di Romelu Lukaku, ha compreso che i suo tempo a Milano è terminato. Quindi, meglio prendere in considerazione le offerte arrivate in sede all’Inter, dimenticare i colori nerazzurri, portarsi via ciò che di buono c’è stato e andare avanti. Al momento Roma e Juve sarebbero in vantaggio sul Napoli, che ha usato il jolly Carlo Ancelotti per convincere l’argentino ad accettare il trasferimento. Icardi ha ascoltato lusingato la proposta senza sbilanciarsi. Il motivo è legato alle altre due pretendenti – Juve e Roma- che ad ora stuzzicano più le fantasie dell’attaccante.

Torino insieme a Maurizio Sarri, che già nel 2016 lo aveva cercato è ritenuta da Icardi la soluzione migliore, anche se pure la Roma inizia a solleticare i pensieri del giocatore e quelli della signora Wanda alla quale sarebbe stato promesso la partecipazione ad un programma televisivo (voci parlano di ‘Ballando sotto le stelle’). Quindi, lotta a due tra bianconeri e giallorossi. Per i primi ci sarebbe il possibile scambio con Dybala e annessa plusvalenza, mentre per la società di Pallotta l’affare potrebbe chiudersi attraverso lo scambio con Edin Dzeko e soldi per l’Inter. In attesa della decisione di Icardi, Ivan Perisic ha sostenuto le visite mediche con il Bayern Monaco, il suo nuovo club con cui dovrebbe esordire venerdì contro l’Hertha Berlino. Nel mentre, con una squadra ancora da completare tra uscite e nuovi ingressi l’entusiasmo dei tifosi interisti è altissimo: si va infatti verso quota 50mila spettatori per la sfida d’esordio a San Siro contro il Lecce di lunedì lunedì 26 agosto (ore 20.45). 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml