MILANO – Una notte in bianco per accogliere Romelu Lukaku. Oltre 200 tifosi nerazzurri hanno aspettato fino alle 2 l’arrivo alla Malpensa dell’attaccante belga tra ressa, cori e sorrisi. Un colpo che accende ancora di più l’entusiasmo del popolo interista.

Cori contro Icardi

Troppo l’entusiasmo per il grande acquisto dell’estate dell’Inter, tanto che non c’è stato modo per la sicurezza di tenere i tifosi fuori dal terminal dei voli privati, tra cori per Lukaku (il più quotato ”segna a Torino, Lukaku segna a Torino”) e qualche insulto verso la Juve ma anche per Mauro Icardi e Wanda Nara. Partito con l’agente da Bruxelles, Lukaku è arrivato in Italia così a tarda notte: felpa nera col cappuccio, nonostante l’orario è comunque uscito a salutare i tifosi, con qualche “cinque” per chi era in prima fila e un pollice in su per dimostrare la felicità dopo la conclusione dell’affare con il Manchester United (ai Red Devils 65 milioni più circa 13 di bonus).

in riproduzione….

Visite e poi firma

Lukaku in mattinata svolgerà le visite mediche di rito presso la clinica Humanitas, per poi recarsi nella sede nerazzurra per le firme sul contratto (guadagnerà circa 9 milioni di euro bonus compresi per cinque anni) che renderanno ufficiale il più costoso acquisto della storia dell’Inter. Conte può sorridere: ha il centravanti che tanto desiderava. Tutto qui? Assolutamente no. Con Icardi separato in casa, il tecnico nerazzurro vuole un altro attaccante. Marotta e Ausilio, dopo Lukaku, non possono certo accontentarsi: i due proveranno l’affondo decisivo per Edin Dzeko, altro pupillo dell’ex ct azzurro. La Roma non fa sconti: vuole 20 milioni di euro, troppi secondo la dirigenza nerazzurra per un giocatore di 33 anni che tra 12 mesi andrà in scadenza. Ma la trattativa può sbloccarsi nei prossimi giorni.

Puscas al Reading

Intanto per uno che va, un altro va via. E’ George Alexandru Puscas, che fa le valigie per l’Inghilterra. Il nazionale rumeno, tornato in nerazzurro dopo la buona stagione in prestito al Palermo, giocherà con il Reading che milita nella Championship, la serie B inglese: affare da circa 8 milioni di euro.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml