LUGANO – Anche la seconda giornata di ritiro è cominciata molto presto per i giocatori dell’Inter, che alle 8 erano già nei campi di allenamento dello stadio Cornaredo di Lugano per prove atletiche e prove con la palla. Il centro, come ieri, è oscuraro da da teloni neri e sorvegliato da polizia e guardie private. Quasi assenti i tifosi, poco numerosi anche i giornalisti.
 

I commenti su Youtube

Gli allenamenti sono chiusi al pubblico, ma l’Inter ne trasmette dei riassunti filmati sul proprio canale Youtube, lasciando libertà ai tifosi di commentare le immagini. Oltre ai tanti che incitano la squadra, ci sono anche centinaia di interisti che sfruttano l’occasione per dire la loro sui temi caldi in società, a partire dall’annunciata cessione di Icardi e Nainggolan. A chi appoggia la scelta della società, rispondono quelli che vorrebbero invece una soluzione pacifica dello scontro con i due giocatori e il loro rientro in squadra.
 

Le prime parole di Lazaro

Valentino Lazaro, esterno destro acquistato dall’Hertha Berlino, commenta così il metodo di lavoro di Antonio Conte: “Va sempre al massimo, siamo qui da due giorni appena ma sentiamo già il peso dell’allenamento sulle gambe. È normale, dopo la pausa estiva”. E sul clima in gruppo, dice: “L’atmosfera è fantastica, sento già che siamo uniti, sto imparando le prime parole in Italiano”. Il compagno di squadra Roberto Gagliardini sottolinea come “con il nuovo allenatore c’è entusiasmo e voglia di fare bene”.
 

L’amichevole di domenica

Domenica l’Inter incontrerà il Lugano in una partita amichevole. Sarà la prima occasione per Conte di testare i nuovi giocatori a disposizione, come il regista Sensi e lo stesso Lazaro. È invece probabile che non saranno in campo i giocatori che si prevede di cedere. Oltre a Icardi e Nainggolan, anche Joao Mario, di cui da tempo l’Inter vuole disfarsi ma per cui – anche a causa dell’ingaggio importante – non si trovano compratori.
 

Giovani in partenza

Se sono numerosi i giovanissimi giocatori convocati a Lugano da Conte, sono tanti anche quelli che si preparano a lasciare l’Inter, in prestito o a titolo definitivo. Dopo avere ceduto Pinamonti al Genoa, la società nerazzurra incontrerà domani la dirigenza Venezia per discutere del futuro del centrocampista diciannovenne Lorenzo Gavioli, che potrebbe presto vestire la maglia neroverde.
 

Record Barella

Si attende a giorni l’annuncio di Nicolò Barella come nuovo giocatore dell’Inter. L’accordo con il Cagliari, proprietario del cartellino del centrocampista, è stato raggiunto su una cifra di 45 milioni di euro, fra quota fissa e bonus, che l’Inter vuole pagare con la formula del prestito con obbligo di riscatto. Ragionando a prezzi fissi (senza quindi tenere conto dell’inflazione) sarà il giocatore più pagato nella storia dell’Inter, anche più di Vieri e Ronaldo, acquistati in tempi in cui il mercato del calcio aveva volumi di affari più contenuti. Ma il record potrebbe durare poco: se l’Inter riuscirà ad acquistare Lukaku dal Manchester United, dovrà farlo per una cifra vicina ai 70milioni.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml