MILANO – Massimo Moratti dà il suo personale assenso al ritorno di Oriali all’Inter e alla scelta di Antonio Conte. “Sono convinto che i ritorni siano i benvenuti. Soprattutto perché è una persona assolutamente legata all’Inter per storia, tradizione e carattere. Darà più senso alla società”, ha sottolineato l’ex presidente nerazzurro commentando così l’arrivo dell’ex ct dell’Italia: “Bene, buona scelta. Ora lo aspettiamo in azione”. L’inizio (per vedere in azione Conte) è già fissato: 8 luglio a Lugano, il 7, invece, il neo allenatore sarà presentato alla stampa. Nel mentre, i dirigenti nerazzurri stanno lavorando per regalare a Conte i nuovi rinforzi per la prossima stagione. Con Godin già fatto, ci sono Nicolò Barella in arrivo, così come Edin Dzeko. Intanto, dalla Germania arrivano novità sulla trattativa per Lazaro. Secondo la rivista Kicker tra l’esterno austriaco e Conte ci sarebbe già stato un contatto telefonico definito molto positivo. Lazaro vuole l’Inter e vede nell’ex Juve l’allenatore giusto per crescere. Inoltre, l’Inter disputerà la Champions League, altro fattore che indirizza la scelta di Lazaro verso Milano.

in riproduzione….

La nuova sede dell’Inter nel distretto dell’innovazione in zona Porta Nuova

In attesa della chiusura delle trattative di mercato, oggi si è aperto il sipario sulla nuova sede del Club: Inter HQ. La nuova struttura di viale Liberazione si propone come un luogo innovativo e moderno, capace di rispecchiare l’ambizione e la visione futura del Club. Non è casuale la scelta di un luogo altamente iconico della città, simbolo della nuova Milano globale e tecnologica. All’interno del building “The Corner”, cinque piani completati da una terrazza panoramica con una vista che abbraccia Milano dalla Madonnina fino a San Siro ospitano da oggi la nuova casa del Club in città. Unico nel suo genere il 9° piano della struttura, dedicato all’accoglienza di ospiti e agli eventi, nel quale trovano spazio una sala  media multifunzione, ma anche l’area Inter Heritage e una Trophy  Room completamente rinnovata, vera e propria installazione multimediale che racconta in un solo colpo d’occhio la storia dell’intero palmares nerazzurro. “Il cambio di sede è normale nella storia di un club, quando c’è una nuova gestione. E’ normale che si cerchi uno spazio diverso dove trasferirsi. Credo poi che sia un chiaro segnale della loro ambizione. Hanno creato una sede grande, ampia, in una zona di grande rinnovamento”, ha commentato Moratti.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml