MILANO – Non solo Icardi. Quando dice “siamo in ritardo con le cessioni”, Antonio Conte si riferisce a una pattuglia di giocatori ampia e varia. Centrocampisti, soprattutto, fuori o ai margini del progetto tecnico dell’Inter, ma non facili da piazzare. Finito il tour asiatico, l’amministratore delegato nerazzurro Beppe Marotta e il direttore sportivo Piero Ausilio tornano al lavoro fra Milano e le capitali europee. Per comprare le due punte (e il centrocampista) che Conte vuole, certo. Ma anche per vendere, al giusto prezzo e il più possibile in fretta.

Nainggolan e la Cina

Il mercato cinese dei calciatori chiude il 31 luglio. Per cedere Nainggolan in Cina restano ancora appena una manciata di giorni. Per il cartellino del Ninja hanno fatto sondaggi nelle scorse settimane il Dalian e lo Shanghai Shenhua. L’Inter spera che l’interesse si trasformi in offerta last minute. Il belga, già valutato e scartato dal Torino per ragioni di ingaggio, piace ora alla Sampdoria, che ha però lo stesso problema: sarebbe felice di portarlo a Genova, ma solo a patto che l’Inter copra parte dello stipendio. La stampa spagnola, intanto, a giorni alterni avanza e smentisce l’ipotesi di uno scambio di prestiti Nainggolan-Vidal con il Barcellona, che tra l’altro sembra sempre più intenzionato a liberarsi di Rakitic.

Gli intrecci col Monaco

La squadra monegasca guarda in casa Inter per rafforzare difesa e centrocampo. Al Monaco piace anzitutto il centrocampista portoghese Joao Mario, che l’Inter ha acquistato nel 2016 dallo Sporting Lisbona, e che sarebbe pronta a cedere a titolo definitivo per qualcosa meno di 25 milioni di euro. Altro giocatore valutato dai francesi è il centrale 24enne Miranda: ha espresso la volontà di tornare nel suo Brasile. Ma in Francia ha già giocato, un anno al Sochaux, e chissà che non possa tornarci. Il terzo nerazzurro che piace al Monaco è l’esterno Dalbert, dato in sicura partenza fino a un mese fa. Il gioco di Conte lo ha però rivitalizzato e l’Inter potrebbe decidere di trattenerlo.

Borja Valero fra Genova e Firenze

Nell’Inter di Conte non sembra esserci spazio per Borja Valero. Volentieri tornerebbe alla Fiorentina, pronta a riprenderselo ma solo se l’Inter accettasse di venderlo a poco. Altra possibile destinazione è Genova, sponda genoana. Resta da definire la situazione di Ivan Perisic, che qualche anno fa piaceva in Premier League, ma adesso – ha 30 anni – è più difficile da piazzare. L’Inter cerca di inserirlo nella trattativa con il Manchester United per portare a Milano Romelu Lukaku. Conte intanto lo prova come seconda punta, in attesa del ritorno di Lautaro Martinez dalle ferie e degli acquisti che la società gli ha promesso. Chi invece sembra destinato a restare per sempre all’Inter è Gabigol: l’attaccante brasiliano, in prestito al Santos, sta facendo una valanga di gol ma il club di San Paolo non vuole decidersi a comprarlo.
 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml