MILANO – Il tempo scorre veloce, l’inizio della stagione programmata per il 24 agosto è alle porte e l’Inter deve ancora completare la squadra promessa ad Antonio Conte. La dead line è fissata tra 7 giorni: non è concesso perdere altro tempo. All’appello mancano una punta che porta il nome di Edin Dzeko ed eventualmente un centrocampista low cost, visto che per i nuovi innesti sono già stati spesi 170 milioni di euro. A gennaio si vedrà. Per la punta della Roma i contatti tra i due club continuano, ma per il momento non ci sono stati significativi passi avanti in merito allo scambio Icardi-Dzeko. L’Inter chiede 70 milioni, i giallorossi ne offrono 60 comprensivi del cartellino dell’attaccante. L’operazione stenta a decollare, i dirigenti interisti ci proveranno fino alla fine, con Icardi a fare l’ago della bilancia. Già, perché il nerazzurro seguito sia dalla Roma che dal Napoli, ma con il sogno Juventus, non ha ancora scelto la prossima destinazione, ma sa che è arrivato il momento. Per questo le possibilità che entro il prossimo lunedì Icardi si pronunci sul suo futuro sono più che concrete.

Nel mentre, Conte si rallegra guardando Romelu Lukaku come un bambino davanti ad una vetrina di giocattoli. Il belga che conosce bene l’italiano si è già inserito bene nel nuovo gruppo e non vede l’ora di debuttare in Serie A al fianco di Lautaro (per ora). Da quando è arrivato l’attaccante non ha mai smesso di allenarsi anche più degli altri per recuperare velocemente la condizione. “Gli allenamenti sono duri davvero. In Inghilterra si lavora tanto, ma qui è lavoro molto duro”, ha affermato in un’intervista a ‘Otro’. E su Milano Lukaku ha spiegato: “La città è bella, ma non sono qui per questo. Sono venuto qui per aiutare il club a vincere qualcosa. Com’è il cibo italiano? Insalata…”.


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml