MILANO – “Mauro è un grande giocatore, è un nostro amico e vedremo cosa succederà: se rimane noi siamo contenti”. A sottolinearlo è Milan Skriniar dal ritiro della Slovacchia in attesa di scendere in campo contro l’Azerbaijan valida per le qualificazioni agli Europei 2020. Il nerazzurro, punta di diamante della difesa dell’Inter a ‘SportMediaset’ parla anche si sé stesso, del neo allenatore Antonio Conte e dell’ex Luciano Spalletti. “Si può sempre fare meglio” spiega Skriniar in riferimento alla sua stagione, ma “siamo contenti di esserci qualificati in Champions. Gli ultimi risultati non sono stati quelli che volevamo ma arrivare tra le prime quattro era il nostro obiettivo. Dispiaciuti per Spalletti ma contenti per Conte? Spalletti è una grande persona e un grande allenatore ma la società ha scelto così. Ora c’è Conte, ci sono nuove aspettative e vogliamo lottare per le prime posizioni”, sull’arrivo di Godin il centrale rimarca: “Speriamo di costruire una squadra forte, che è la cosa più importante. Con Conte si può pensare di lottare per lo scudetto? Sicuramente la volontà è quella però quando inizierà il ritiro vedremo tutte queste cose”. 
 

Lautaro doppietta con l’Argentina: “Un attaccante vive per segnare”

Intanto, con il nodo Mauro Icardi che i dirigenti vogliono risolvere presto (l’incontro tra le parti è per la prossima settimana), Conte oltre a lavorare in vista ritiro a Lugano, segue da vicino tutti i nerazzurri partiti con le rispettive nazionali tra cui Lautaro Martinez in gol con una doppietta nell’amichevole contro il Nicaragua battutto dall’Albiceleste per 5-0. Per il nerazzurro arrivano anche i complimenti del ct Lionel Scaloni: “Sono felice per Lautaro Martinez, perché puntiamo molto su di lui. Abbiamo una chiara idea di gioco: chi subentra, che resta fuori e i titolari lo sanno. Tutti i giocatori presenti in lista sanno di poter essere titolari”. Dal canto suo, invece, l’attaccante afferma: “Sono davvero felice, per noi era molto importante avere la possibilità di giocare, anche se si trattava di un’amichevole. I gol per me sono importanti, perché un attaccante vive per segnare, e purtroppo all’Inter non ci sto riuscendo come vorrei e mi dispiace”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml