MILANO – L’Inter Primavera vince il derby per 4-2 con gol di Salcedo, Colidio, Merola ed Esposito, ora tocca alla prima squadra non farsi sfuggire i tre punti in palio contro l’Atalanta domani a San Siro. “Sarà una partita massiccia”, sottolinea Luciano Spalletti alla vigilia del match contro i bergamaschi. Oltre alla delicatezza dell’incontro, quella di domani è anche la prima al Meazza per Icardi dopo il 13 febbraio, data del crack con il gruppo poi ricomposto, almeno in parte, grazie all’ad Beppe Marotta. “La squadra ha dimostrato che è un gruppo, non un singolo”. Nel mentre, la Curva Nord torna sul tem: “Su Icardi nessun passo indietro, verrà considerato il giusto.  Forse chi si aspetta 90 minuti di cori contro verrà deluso”. Il tecnico interista replica: “Sono certo che, visto che hanno a cuore la squadra, sapranno come comportarsi. Mi aspetto che ci sia la volontà di aiutare la squadra per fare risultato”. 
 
La partita con l’Atalanta è un set point verso la zona Champions?
“Probabilmente sarà una gara massiccia, per l’importanza delle posizioni in classifica e per la fisicità dell’avversario. Non sono belli per caso, sono una squadra negli ultimi anni ha mantenuto un’identità precisa. Hanno fatto grandi partite non sono più una rivelazione, ma una realtà calcistica su cui si sono posati anche gli occhi del calcio europeo. Per cui aspirano giustamente a entrare in Champions e hanno tutte le carte in regola”.
 
Pensa di confermare Nainggolan e Icardi titolari?
“Dipende dai momenti, quando si fa qualcosa lo si fa per cercare di fare il bene dell’Inter. A volte potrebbe sembrare che le risposte che si danno siano il contrario, invece no, lo si fa per andare a prendere il meglio”.
 
Gasperini è ottimo allenatore, in tanti però sostengono che lo sia con i giovani ma non con i calciatori affermati…
“E’ un modo di dire, non è la realtà. Mi sento in grado di poter dire che la descrizione fatta non assomiglia a Gasperini. Lui è un allenatore che la sa lunga e ce lo ha fatto vedere all’andata. E’ uno che sa stare nella posizione che occupa in classifica”.
 
Qual è la grande difficoltà nell’affrontare l’Atalanta?
E’ un po’ tutto. La squadra ha una spiccata personalità, sono tutti tosti e fisicamente grossi. La mettono sul piano del duello individuale, fanno uno contro uno a tutto campo anche se poi le scalature le fanno anche loro. Però c’è un aspetto importante ed è la convinzione di poter vincere tutti i duelli personali. Dovremo stare svegli domani”.
 
Ha studiato qualcosa per affrontare l’Atalanta
“Credo che l’Inter abbia le carte in regola per affrontarli e difenderci da ciò che proporranno e per segnare”.
 
L’assenza di Zapata produrrà una mossa a sorpresa di Gasperini?
“Penso sia giusto così visto che noi abbiamo fuori Lautaro (dice scherzando Spalletti), ad ogni modo hanno giocatori in grado di sostituirlo. Credo giocherà Gomez, è uno fortissimo ed è esperto nel trovare sempre la posizione giusta”.
 
Dal 13 febbraio alla partita contro il Genoa si può dire che per la squadra il ‘caso Icardi’ è stato un’opportunità di crescita?
“E’ stata un’opportunità per valutare che l’Inter è una squadra e non è un singolo ed è così che deve essere. Nel tragitto di una stagione ci sono momenti in cui vengono fatte riflessioni e attimi in cui non si devono ritardare le scelte. Bisogna cercare di essere autentici e non troppo timidi, essere chiari ed essere sé stessi e fare sempre il meglio per questi colori. La squadra ha fatto vedere che ha potenzialità ed è qualitativa, può lottare per il quarto posto”.
 
Icardi torna a San Siro lei chiede qualcosa al pubblico?
“L’Inter è di quelli che amano l’Inter. Sono certo che, visto che hanno a cuore la squadra, sapranno come comportarsi. Mi aspetto che ci sia la volontà di aiutare la squadra per fare risultato perché l’avversario che avremo davanti necessità di tutta la forza che possediamo”.
 
Su San Siro, cosa pensa sia meglio la ristrutturazione o un nuovo impianto?
“Non ho mezzo per giudicare”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml