MILANO – “Possiamo migliorare e arrivare lontano”. Sime Vrsaljko sposta molto in là l’orizzonte della stagione interista, fino alla lotta per i risultati che contano. “Il campionato è ancora molto aperto, all’inizio abbiamo sbagliato un po’ ma ci siamo ripresi. Siamo consapevoli di essere una squadra forte ma la stagione è ancora lunga, dobbiamo guardare a partita per partita e cercarle di vincere tutte, poi vedremo dove saremo. Sarebbe importante assicurarsi un posto nella prossima Champions, arrivare fra le prime 3-4, poi vediamo cosa fare”. Il prossimo ostacolo in campionato sarà il Genoa: “Con tutto il rispetto per loro, dipende da noi. Juric vuole che la sua squadra corra, spinga in avanti, ma giochiamo in casa ed è tutto nelle nostre mani, dovremo essere concentrati al 100% sul campo”.

CONTENTO DI QUESTI MESI – Il croato, dopo qualche problema fisico, è diventato un titolare inamovibile: “Sono molto contento di questi primi mesi. Sto bene in Italia e con questi compagni, ogni giorno miglioriamo, sia singolarmente che a livello di squadra . So che devo confermarmi in ogni partita perché non si vive di solo passato, bisogna mantenersi a livelli importanti e so che devo migliorare molto ma sono sicuro che posso diventare ancora più importante”. Vrsaljko è stregato da Spalletti: “Mi sto abituando a un modo diverso di giocare, vogliamo gestire la palla in tutte le partite, anche contro il Barcellona. Ci alleniamo bene, siamo professionisti e dobbiamo farci trovare sempre pronti, poi tocca al mister decidere chi mandare in campo”.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml