Ivrea, a 12 anni chiama i carabinieri e fa arrestare il papà che picchia la mamma


Il ragazzino si è chiuso in camera e ha dato l’allarme: “Venite, presto”. L’uomo arrestato per maltrattamenti


Ha fatto arrestare il papà per proteggere la mamma. È il coraggio di un ragazzino di 12 anni che quando ha visto il papà stava diventando violento con la mamma ha preso il telefono e ha chiamato i carabinieri.
È successo a Castellamonte, nel Canavese, nella casa dove vivono il ragazzino, il padre che  è un agente di commercio di 45 anni incensurato, e la mamma, casalinga.
“Papà sta facendo  male alla mamma” dice al telefono  il ragazzino quando decide che sarà  lui il piccolo eroe che salverà la sua mamma. “Sono in cucina, li sento che litigano”.
Quando arrivano i carabinieri la donna viene trasportata in ospedale dove viene medicata: ha lividi sull’anca  sul viso e sulle gambe. Lei cerca di minimizzare l’accaduto ma il marito ha un coltello in tasca e questo aggrava la sua posizione. A quel punto anche la donna inizia a raccontare che non è la prima volta che veniva picchiata e insultata, ma non aveva mai trovato il coraggio di denunciare. Il coraggio lo ha trovato suo figlio.
Ora la procura  di Ivrea ha disposto che l’uomo non potrà più avvicinarsi a madre e figlio.
 

24 aprile 2019 – Aggiornato alle



SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml