TORINO – L’anno scorso la Champions League gli è sfuggita per un soffio per colpa, tra gli altri, anche di Cristiano Ronaldo. La maglia di Emre Can era quella rossa del Liverpool, vestita per l’ultima volta, dopo una lunga assenza per infortunio, proprio allo Stadio Olimpico di Kiev. Quest’anno il centrocampista tedesco, passato in bianconero a parametro zero ma non a costo zero, vuole vendicare la delusione dello scorso 26 maggio puntando forte su quello che era il nemico pubblico numero uno e che si è trasformato nel miglior compagno di squadra possibile.

“L’anno scorso contro di lui avevo perso la finale di Champions League – ha raccontato Emre Can ai microfoni di Sky Sport -, quest’anno voglio vincerla insieme a lui”. Prenda il numero e si metta in coda, verrebbe da rispondere al centrocampista ex Liverpool, visto che la Champions League rappresenta un sogno ma anche un tabù per la Juventus e per i suoi tifosi: due finali perse, una proprio contro il Real di Ronaldo, sono la testimonianza che quest’idea, in fondo, era venuta in mente prima ad Agnelli.

OSTACOLO ATLETICO – Prima però, nella migliore delle ipotesi, bisognerà superare tre ostacoli che si pareranno sulla strada della Juventus, il primo dei quali è l’Atletico Madrid di Simeone, ma anche di Griezmann, Morata, Diego Costa. “L’Atletico è una delle squadre più ostiche – ha ammesso Emre Can -, ma noi sogniamo la Champions come i nostri tifosi”. Sarà fondamentale recuperare per il 20 febbraio, match d’andata degli ottavi di finale, la coppia di centrali Bonucci-Chiellini: il capitano dovrebbe tornare in campo per uno scampolo di partita con il Frosinone, mentre il recupero di Bonucci è al limite e lascia in dubbio la presenza dell’ex capitano del Milan.

RONALDO – Come quasi sempre capita quando sono intervistati i calciatori della Juventus, anche Emre Can è stato interrogato su Cristiano Ronaldo: “È bello giocare con lui, tutti vorrebbero averlo in squadra. È un campione in campo e un bravissimo ragazzo fuori, è sempre disponibile e si impara tanto da lui. Da una grande carica a tutta la squadra e al club”.

IN VISTA DEL SASSUOLO – Non ci sarà Douglas Costa con i neroverdi, ancora alle prese con il problema muscolare accusato contro il Parma. Oggi si è rivisto ad allenarsi in parte con il gruppo anche il laterale Spinazzola, fermato da un problema alla caviglia dopo il match con i ducali.




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml