TORINO – La Juventus si prepara per la sfida di Champions League di mercoledì prossimo contro l’Atletico Madrid battendo agevolmente il Frosinone per 3-0 in quello che è sembrato un allenamento per i bianconeri. Troppa la differenza tra le due squadre in campo e gara indirizzata sul binario giusto dai campioni d’Italia già nella prima parte del primo tempo con i gol di Dybala e Bonucci. Nella ripresa arrotonda il solito Ronaldo.

MAGIA DI DYBALA – 4-3-3 per Allegri che in attacco schiera Mandzukic, Dybala e Ronaldo. In mezzo al campo Khedira, Bentancur ed Emre Can con Cancelo e De Sciglio esterni e il ritorno al centro della difesa di Bonucci e Chiellini. Baroni risponde col 3-5-2 con Ciano e Ciofani in attacco. Zampano e Molinaro esterni con Viviani, Chibsah e Cassata a centrocampo. Difesa a tre con Goldaniga, Salamon e Capuano. Dopo una leggera deviazione di testa di Ciofani che Szczesny controlla, la Juventus passa in vantaggio subito, al minuto 6: tocco di Ronaldo per Dybala che dal limite fa partire uno splendido sinistro che si spegne agli incroci. L’argentino torna così a segnare in campionato dopo oltre tre mesi.

RADDOPPIA BONUCCI – La partita dei bianconeri si mette subito in discesa e Ronaldo cerca gloria al 9′ con una punizione che però Sportiello controlla. Sul fronte opposto ci prova Viviani al volo ma Emre Can lo mura al limite. Al 17′ la Juventus raddoppia: calcio d’angolo, la palla finisce sul secondo palo dove Mandzukic devia di testa ma salva Sportiello; sfera che però resta lì e il primo ad arrivarci in spaccata col destro è Bonucci che anticipa anche il compagno Khedira. Se CR7 e Cancelo ci provano, ma senza fortuna, gli ospiti si rendono pericolosi con Ciano che batte una punizione ma senza centrare la porta. Al 32′ cross per Ciofani che di testa gira sul fondo. In pieno recupero altra bellissima punizione a giro di Ciano che termina di nulla out.

RONALDO TIMBRA ED ESCE – Il secondo tempo è come il primo, ovvero con un Frosinone sì ordinato, ma poco incisivo e rinunciatario in attacco; e una Juventus che fa gioco e cerca di segnare ancora. Khedira e Ronaldo sono i più attivi in zona-gol e proprio il portoghese al minuto 18 realizza il suo diciannovesimo gol in campionato: Cancelo serve in verticale Bentancur che tocca a destra per Mandzukic, assist in area e destro vincente in corsa di CR7 che subito dopo lascia il posto a Bernardeschi. Baroni invece cerca qualche soluzione offensiva con Pinamonti al posto di Ciofani, ma poco cambia. La partita in pratica è finita e allora Allegri concede un po’ di riposo anche a Chiellini (dentro Caceres) e infine a Khedira (dentro Pjanic). L’unico tiro in porta da qui alla fine lo fa Bernardeschi con un gran sinistro che Sportiello respinge.

Juventus-Frosinone 3-0 (2-0)
Juventus (4-3-3): Szczesny, Cancelo, Bonucci, Chiellini (25′ st Caceres), De Sciglio, Khedira (36′ Pjanic), Emre Can, Bentancur, Dybala, Mandzukic, Ronaldo (19′ Bernardeschi). (22 Perin, 21 Pinsoglio, 14 Matuidi, 18 Kean, 37 Spinazzola). All.: Allegri
Frosinone (3-5-2): Sportiello, Goldaniga, Salamon, Capuano, Zampano (38′ st Paganini), Chibsah (33′ st Gori), Viviani, Cassata, Molinaro, Ciano, Ciofani (13′ st Pinamonti). (75 Marcianò, 91 Iacobucci, 8 Maiello, 16 Valzania, 20 Trotta, 21 Sammarco, 23 Brighenti, 32 Krajnc, 33 Beghetto). All.: Baroni
Arbitro: Giua
Reti: nel pt 6′ Dybala, 17′ Bonucci. Nel st 18′ Ronaldo
Angoli: 7 a 5 per il Frosinone
Recupero: 2′ e 3′
Ammoniti: Emre Can, Molinaro, Salamon, Cassata, Cancelo e Capuano per gioco scorretto
Spettatori: 37.294 (Presenti: 10.570. Abbonati: 26.308. Ospiti: 416). Incasso 2.084.889,00 euro.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml