TORINO – A due giorni dalla partita con il Manchester United, che con un pareggio darebbe la matematica qualificazione e con una vittoria il primo posto nel girone di Champions League, il bollettino medico turba la serenità dei bianconeri, reduci da tredici vittorie in quattrodici partite da quando è iniziata la stagione. Se Chiellini è ormai abile e arruolato, convocato anche sabato con il Cagliari per restare insieme ai compagni in panchina, e Mandzukic si è allenato con il gruppo, preoccupano le condizioni di Douglas Costa, Cancelo, Matuidi, Bernardeschi e Kean, che con Emre Can rischiano di dover saltare l’appuntamento con i Red Devils. 

Matuidi ha “affrontato un lavoro personalizzato finalizzato al recupero dalla contusione all’anca”, mentre Cancelo “ha svolto alleamento differenziato a causa di un affaticamento muscolare ai flessori della coscia sinistra”: per entrambi una lotta contro il tempo per essere disponibili mercoledì. Difficile il recupero di Douglas Costa, anche lui alle prese con un affaticamento muscolare, come il portoghese Cancelo, ma agli adduttori: ad allungare la lista ci ha pensato il “trauma distorsivo alla caviglia sinistra riportato da Bernardeschi durante la fase di recupero dall’affaticamento alla psoas”, problema che andrà monitorato giorno per giorno. Si è fermato anche il giovane attaccante classe 2000 Kean, che “dovrà essere sottoposto ad accertamenti per un trauma distrattivo ai flessori della coscia sinistra”.

‘INCREDIBILE RONALDO’ – I dubbi di Cancelo riguardano esclusivamente la sua presenza per mercoledì con il Manchester United: quando si parla di CR7 il connazionale è deciso e diretto. “Tutti i giocatori della Juventus guardano Cristiano con grande ammirazione – ha raccontato il laterale portoghese alla trasmissione “Gli amici di Simao” – E’ un giocatore incredibile, lavora tanto e anche i più esperti, come Chiellini, vorrebbero essere come lui”.
 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml