TORINO – La sua previsione pronunciata subito dopo il match con la Serbia si è avverata: “Due settimane e torno”. Cristiano Ronaldo si è allenato con i compagni nella seduta odierna, a due giorni dal match di Amsterdam contro l’Ajax: buona parte di allenamento insieme ai compagni di squadra, un percorso non ancora conlcuso ma vicino al traguardo. Il recupero del portoghese procede dunque a gonfie vele e anche se resta in dubbio la sua presenza dal primo minuto contro l’Ajax, l’ottimismo palesato nei giorni scorsi da Nedved e Allegri era giustificato. CR7 sarà dunque convocato con tutta probabilità per la partita con gli olandesi, mentre resta ancora in dubbio la presenza di Emre Can, uscito nel corso dell’ultima partita con il Milan per una distorsione alla caviglia. Un forfait pesante nel caso in cui non dovesse farcela: la caviglia fa male, le possibilità sono pochissime, ridotte a un lumicino. 

I dubbi di Allegri

Ronaldo ed Emre Can non sono gli unici dubbi per Allegri in vista dell’andata dei quarti di finale di Champions League: restano in bilico le presenze di Douglas Costa, assente dalla partita contro il Parma per un problema muscolare. Il brasiliano dovrebbe essere convocato e potrebbe accomodarsi in panchina vista la condizione ancora approssimativa dopo il lungo stop. 

Cancelo: “Ronaldo ce la farà”

“Cristiano si sta allenamento, credo che sarà convocato ad Amsterdam. Giocare dall’inizio? Non so, dipende dal mister”. Joao Cancelo ufficializza, tra le righe, il recupero di Cristiano Ronaldo nell’intervista concessa a Sky Sport a due giorni dalla sfida di Amsterdam. Buone notizie anche da Cancelo, assente nelle ultime due partite in campionato per un problema muscolare: “Sto bene, ho avuto un piccolo affaticamento al polpaccio e il mister non mi ha fatto giocare le ultime due partite. Ora sto bene, sono pronto a giocare ad Amsterdam”.

Matuidi: “Quello che è successo a Cagliari è triste”

“Quello che è successo a Cagliari è triste, non possiamo più tollerarlo: sono persone stupide che non dovrebbero più entrare allo stadio”. Blaise Matuidi è tornato sulla questione razzismo nell’intervista concessa alla tv francese Canal Plus: “Dobbiamo avere il coraggio di combattere il razzismo. A Cagliari facevano il verso della scimmia, Kean si è trovato davanti al portiere due volte prima di segnare il gol: ecco perché quando ha segnato ha avuto quel tipo di reazione, non capiva il perché di certi gesti quindi ha aperto le braccia. A chi dice che vogliono solo distrarci dico che devono essere puniti, anche fermando le partite”. 

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml