TORINO – L’unico certo del posto, ad oggi, è il solo Cristiano Ronaldo, diventato ormai portabandiera e ambasciatore della Juventus fuori dal campo oltre che catalizzatore tecnico in campo. Una posizione privilegiata che escluderà il campione portoghese dal giro di punte che coinvolgerà tutto il reparto d’attacco a disposizione di Maurizio Sarri, ultimo passo della rivoluzione che andrà in scena da qui al 14 agosto, giorno della passerella a Villar Perosa.

Kean va in Premier

Il primo a lasciare la Juventus sarà Moise Kean, giovane attaccante classe 2000 della scuderia di Mino Raiola pronto a vestire la maglia dell’Everton. L’attaccante ha già lasciato la Continassa nel giorno della ripresa degli allenamenti e già domani mattina effettuerà le visite mediche a Liverpool: alla Juventus andranno 32 milioni di euro più bonus, mentre al calciatore circa 3 milioni all’anno. Non è stata inserita la possibilità di riacquistare l’attaccante della Nazionale di Mancini, ma in caso di cessione la società inglese ha concesso alla Juventus la priorità nella trattativa. Non la certezza di poter rimettere le mani sul gioiello nato al Torino e cresciuto nel settore giovanile  della Juventus. L’unica certezza è che, un po’ alla volta, Paratici sta costruendo quel tesoretto necessario per continuare ad aggredire il mercato.

Dybala per arrivare a Lukaku

L’assonanza del suo soprannome con la parola “gioia” è quasi una beffa per Paulo Dybala. La comunicazione di ieri da parte della società al suo entourage ha gelato le speranze dell’argentino di restare in bianconero. Nulla di definitivo, ma le dichiarazioni di Nedved rilasciate a margine del sorteggio dei calendari confermano quanto anticipato nel pomeriggio di ieri: in caso di offerta congrua, Dybala lascerà il bianconero. Paratici avrebbe scelto di inserirlo nella trattativa per arrivare a Lukaku, obiettivo della Juventus, il grimaldello per scassinare le difese avversarie e creare così spazi agli inserimenti di Cristiano Ronaldo. “Ci sono delle proposte – ha raccontato il vice presidente bianconero -, degli interessamenti, ma noi aspettiamo offerte concrete per decidere con calma. Lukaku? Abbiamo già vinto otto scudetti consecutivi, ci sentiamo forti, ma cerchiamo comunque di rinforzare la nostra squadra. Non entro nel dettaglio, stiamo lavorando”.

Punte argentine

Dybala ma anche Higuain e Icardi. Il ballo sul mercato bianconero è indubbiamente un tango che potrebbe stravolgere la squadra di Sarri. É atteso in Italia il fratello-procuratore di Gonzalo Higuain, pronto a dar battaglia sulla questione Roma. La destinazione prospettata non entusiasma Higuain, che ha sempre sostenuto di voler restare in Italia esclusivamente alla Juventus. Eppure la sua cessione appare al momento necessaria per sbloccare le altre trattative, prima tra tutte quella che potrebbe portare Icardi alla Juventus. Un affollamento in avanti, nel caso di  arrivo anche di Lukaku, che non può che far felice Sarri, che dovrà gestirli sia in campo che nello spogliatoio ma che potrebbe contare su una attacco esplosivo.

Ripresa, riecco Cuadrado e Bentancur

Intanto questa mattina sono arrivati alla Continassa per le visite mediche i due sudamericani Cuadrado e Bentancur, reduci dalla Coppa America. Sorrisi e foto di rito con i tifosi, prima di aggregarsi nel pomeriggio alla squadra che riprende proprio oggi l’attività dopo i giorni di riposo concessi da Sarri dopo la tournée asiatica. Entrambi sono sicuri del posto: Bentancur è giovane e in crescita, Cuadrado sarà una pedina tatticamente importante vista la sua capacità di ricoprire diversi ruoli, tra cui il terzino destro. Sono lontani i tempi in cui Cuadrado imperversava nell’attacco bianconero: una salvezza per il colombiano, visti gli scossoni nel reparto offensivo della Juventus.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml