SINGAPORE –  Debutta con una sconfitta la nuova Juventus di Maurizio Sarri nella International Champions Cup: a Singapore i bianconeri sono stati infatti battuti 3-2 dal Tottenham. Il tecnico bianconero ha commentato stigmatizzando gli aspetti da migliorare e le cose che invece hanno funzionato.

Sarri: “All’inizio troppo attendisti”

“Abbiamo affrontato una partita per noi difficile contro una squadra che gioca con questo gruppo da anni e anche per il livello di preparazione fisica. Nel primo tempo loro erano nettamente più rapidi ed esplosivi di noi, del resto sono due settimane più vicini di noi all’inizio del campionato”, ha detto Maurizio Sarri commentando la sconfitta contro il Tottenham. “Dobbiamo migliorare nel difendere in avanti – ha detto ancora il tecnico bianconero in conferenza stampa -. Nella prima mezz’ora siamo stati troppo attendisti, eravamo indietro e quindi il recupero palla era molto basso e di conseguenza le ripartenze diventavano complicate. Meglio nel secondo tempo, abbiamo fatto qualche pressione nettamente meglio, 20′ di buona qualità e un paio di gol, ma siamo stati ingenui nelle palle perse. Abbiamo subito tutti e tre i gol così, su questo penso influisca una condizione fisica non di alto livello”, ha concluso Sarri.

Bernardeschi: “Peccato per risultato finale”

“Peccato per il risultato finale, ma abbiamo fatto ciò che ci ha chiesto il mister, specie nel secondo tempo”. Questo il commento di Federico Bernardeschi. Ora i bianconeri voleranno in Cina, primo avversario l’Inter. “Sono partite difficili perché quando sei in preparazione le gambe non ci sono al 100% e devi trovare la condizione giusta – ha aggiunto l’ex Fiorentina -. Devi fare quello che chiede il mister, queste partite servono a mettere minuti nelle gambe”.

Rabiot: “Migliorati nella ripresa”

“Nel complesso è stata una buona partita. Siamo stati più in difficoltà nel primo tempo, ma eravamo contro un’ottima squadra, che è molto più avanti di noi dal punto di vista della preparazione fisica. Nel secondo tempo abbiamo toccato più la palla e giocato più di squadra, e siamo migliorati anche grazie ai gol. E’ stata la prima partita, quindi c’è molto da lavorare”, ha detto Adrien Rabiot dopo la sconfitta contro il Tottenham. “Fisicamente – ha aggiunto il centrocampista francese, protagonista in negativo in occasione dello strepitoso 3-2 di Kane al 93′ – ho bisogno di crescere, però per essere la prima partita mi sono sentito bene. Mi sono trovato molto bene con i compagni e per la posizione in campo. Ci stiamo capendo molto bene all’interno della squadra e con il mister”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml