TORINO – La migliore risposta ai cori razzisti è allargare le braccia secondo Moise Kean, al centro del caso razzismo nato ieri sera durante Cagliari-Juventus. Questione che ha oscurato l’ottima prova della Juventus, vittoriosa per 2-0 senza mai soffrire la squadra di Maran, ma che ha anche scatenato diversi esponenti del mondo del calcio: da Balotelli, uno dei giocatori preferiti di Kean, a Pogba e Sterling, il supporto dei calciatori è stato totale. 

“Bravi italiani”

“Bravi italiani svegliatevi, non potete lasciare parlare per voi un piccolo gruppo razzista”. Parole di Paulo Pogba affidate ai social, corredate con la foto dell’esultanza di Kean: “Sostengo tutte le lotte contro il razzismo, siamo tutti uguali”. Messaggio a cui è seguito quello di Mario Balotelli, da sempre in prima linea contro il razzismo, accorso in supporto di Kean: “Condanno il razzismo in qualunque forma e luogo, per SEMPRE, sebbene siamo divisi e diversi nel nostro destino nient’altro deve dividerci”.

Anticipo di semifinale

Il percorso in Champions League potrebbe regalare un secondo atto alla sfida tra Sterling e Bonucci, andata in scena sui social network. Dopo le parole di ieri sera di Bonucci, che aveva equamente diviso le colpe tra il pubblico di Cagliari e Kean, è prontamente arrivata la replica di Raheem Sterling, che solo qualche giorno fa era stato vittima di insulti razzisti durante il match tra Montenegro e Inghilterra. “Bonucci, la colpa è 50 e 50?” si è chiesto l’attaccante del Manchester City su Instagram commentando le parole di Bonucci, facendolo seguire da emoticon di risate, chiaramente ironiche, e applausi. Sterling non è stato l’unico a criticare il difensore, bersagliato sui social anche dai suoi stessi tifosi prima di pubblicare un post che profuma di correzione in corsa: “Indifferente a tutto, in ogni caso no al razzismo”, aggiungendo la foto dell’abbraccio suo con Kean.

Il campo

Nonostante il giorno di riposo concesso da Allegri, questa mattina molti bianconeri si sono presentati alla Continassa. Tra infortuni, con le relative terapie, e defaticante per chi ha giocato ieri, è ufficialmente iniziato l’avvicinamento alla sfida con il Milan. “Con il Milan è necessario essere al massimo per vincere, sono una grande squadra – ha spiegato Szczesny ai microfoni di Sky Sport -. Prima della Champions poi è sempre meglio vincere. Non vediamo l’ora di andare in campo e di fare una grande partita. All’andata abbiamo vinto 0-2, abbiamo fatto una delle partite più belle di quest’anno”. Nella sfida di San Siro il portiere polacco parò un rigore a Higuain, inizio del declino rossonero dell’attaccante argentino: “Cristiano è venuto a darmi consigli prima del rigore, dato che aveva giocato con il ‘Pipita’ a Madrid, non sapeva che ho giocato un anno con lui alla Juve. Da quella volta quando c’è un rigore viene a parlare con me e questo mette in difficoltà l’attaccante che calcia”.

Marca: ”CR7 recuperato, contro l’Ajax ci sarà”

“Cristiano Ronaldo ha recuperato a tempo di record e sarà a disposizione della Juve nei quarti di Champions”. Il quotidiano spagnolo “Marca” dà per sicura la presenza del fuoriclasse portoghese nel primo round del 10 aprile prossimo ad Amsterdam contro l’Ajax: l’infortunio muscolare rimediato in nazionale sarebbe ormai superato. L’ex Real si è dedicato con estrema professionalità al recupero e potrebbe giocare anche qualche minuto sabato col Milan anche se i bianconeri, con lo scudetto ormai ipotecano, difficilmente correranno rischi: Ronaldo sarà preservato per la sfida della Crujff Arena.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml