ROMA – Le autorità maltesi si sarebbero rifiutate di rifornire di carburante la Ocean Viking, la nuova nave di salvataggio di Sos Méditerranée e Medici senza frontiere, nonostante fossero stati presi accordi in questo senso. A denunciarlo un portavoce di Sos Mediterranee all’agenzia tedesca Dpa. L’intesa era stata confermata da un intermediario – ha detto la fonte -, ma poi le autorità marittime maltesi avrebbero informato via radio che non vi era alcuna autorizzazione.

La Ocean Viking, che può ospitare fino a duecento persone, non ha migranti a bordo: era partita il 5 agosto da Marsiglia ed è diretta all’area di ricerca e soccorso davanti alla Libia. L’arrivo nella zona Sar era previsto per domani. Ora si sta cercando un’altra soluzione per il rifornimento di carburante. Questa è la prima missione della nuova nave delle due ong, Sos Méditerranée e Medici senza frontiere appunto, che fino all’anno scorso viaggiavano nel Mediterraneo con la nave Acquarius.

La nave Open Arms, da sette giorni in acque internazionali tra Lampedusa e Malta con i suoi 121 ospiti, è sempre in attesa di un porto sicuro. Le condizioni a bordo si stanno facendo critiche: “Almeno lasciate sbarcare i trentadue minori”.

in riproduzione….


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop