Un torneo di calcio per “La legalità, contro le mafie e contro il racket”. E’ quello previsto per sabato 15 dicembre alle 9.30 presso il Campo sportivo di Carinaro, dove a giocare saranno la “Nazionale Prefettizi” (prefetti e vice prefetti di tutta Italia), contro una rappresentanza dell’associazione antiracket e degli amministratori della provincia di Caserta. “L’idea è venuta alla nazionale prefettizi – ha spiegato il Prefetto di Caserta, Raffaele Ruberto nel corso della presentazione dell’iniziativa –  che gira sul territorio nazionale portando l’impegno per la legalità.

La legalità è come l’onestà, è qualcosa che dovremmo dare per scontato, ma così non è. Anche  una partita di calcio può servire a questo, nel momento in cui richiama tanta gente. Questo dimostra che si possono fare belle cose, che il nostro è un paese veramente libero, e che si può vivere meglio rispettando le regole”. “Si tratta di un torneo triangolare di calcio – ha spiegato Aldo Aldi, della Nazionale prefettizi –  e la finalità di queste partite è quello di diffondere la cultura della legalità nei territori a partire dalle scuole di ogni ordine e grado. E il messaggio va dato con l’esempio e non con le parole”.

La nazionale dei prefetti e dei vice prefetti in campo per la legalità a Carinaro

Tra gli attaccanti della Nazionale di calcio dei Prefettizi ci sarà anche il  Prefetto Domenico Cuttaia, 65 anni, che  fino a qualche giorno fa è stato Commissario Nazionale Antiracket. Il presidente della provincia di Caserta. Giorgio Magliocca, invece, giocherà in attacco con la rappresentanza degli amministratori locali. All’iniziativa sul campo di Carinaro, che il Commissario Straordinario del Comune, Luigi Palmieri ha messo a disposizione dell’iniziativa,  presenzieranno gli alunni delle scuole di Carinaro, Teverola e Gricignano di Aversa.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml