Il segretario della Cgil: “A rischio un altro marchio del made in Italy”. E la vicenda della società si intreccia con i guai finanziari di Lars Windhorst, nuovo proprietario del marchio


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml