ROMA – La giovane attivista per il clima Greta Thunberg ha risposto all’editorialista dell’Australian News Corp Andrew Bolt per aver scritto un articolo offensivo che deride la diagnosi di sindrome di Asperger dell’adolescente. La giovane svedese ha pubblicato un tweet dicendosi “profondamente disturbata” dalle campagne di negazione del cambiamento climatico, adottando lo stesso insulto utilizzato dall’editorialista.

“Sono davvero ‘profondamente disturbata’ per il fatto che a queste campagne di odio e cospirazione è consentito di continuare all’infinito solo perché noi bambini comunichiamo e agiamo sulla scienza. Dove sono gli adulti?”, ha scritto Thunberg sul social.

Come raccontato dal Guardian, il noto giornalista dell’Herald Sun e commentatore di Sky News ha preso di mira la 16enne attivista, parlando dei suoi sostenitori come membri di un culto e denigrando la sua decisione di navigare attraverso l’Atlantico in una barca da regata per partecipare ai vertici sul clima delle Nazioni Unite negli Stati Uniti e in Cile. L’articolo dell’editorialista fa ripetutamente riferimento alla salute mentale di Greta, definendola “profondamente disturbata”, “stranamente influente” e “strana”. “Non ho mai visto una ragazza così giovane e con così tanti disturbi mentali trattata da tanti adulti come un guru”, ha scritto Bolt. L’adolescente, le cui proteste l’anno scorso hanno scatenato il movimento globale di scioperi per il clima “Fridays for Future”, si sta prendendo un anno di pausa dalla scuola per partecipare ai vertici sul clima, il 23 settembre a New York e il 2-13 dicembre a Santiago.
 


“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/ambiente/rss2.0.xml