LIVERPOOL – “Non esiste città al mondo che faccia più beneficenza di Liverpool”. L’aforisma del 1910, del broker portuale del commercio di cotone Paul Edward Hemerlyk, spiega con particolare efficacia il luogo scelto dall’Uefa per un’iniziativa umanitaria collegata alla Champions: proprio lo stadio del Liverpool. Il difensore olandese dei Reds Virgil van Dijk, votato nella squadra dell’Anno 2018 di Uefa.com, è il testimonial della donazione di un assegno di 100 mila euro al Comitato Internazionale Croce Rossa (ICRC), da destinare al ricongiungimento delle famiglie separate dai conflitti armati e da altre situazioni di violenza.

Van Dijk, assente dal campo nella partita degli ottavi di finale della Champions col Bayern perché squalificato, ha ricevuto l’assegno dal vicepresidente dell’Uefa Michele Uva e lo ha consegnato a Martin Schüepp, vicedirettore Europa e Asia Centrale della Croce Rossa, che nel 2018 ha ricongiunto mille persone, di cui oltre 800 bambini. L’obiettivo, ha precisato Schüepp, è di arrivare a 10 mila.
 




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml