I primi a intervenire nella casa dove vivevano tre persone, di cui due disabili, sono stati i carabinieri. Gli uomini dell’arma hanno salvato dalle fiamme, che sono divampate nella notte in una casa a due piani di Sarnano, vicino a Macerata, un uomo, ma non sono riusciti a fare nulla per la moglie e il figlio.

I due carabinieri sono stati sopraffatti dal fumo e sono stati ricoverati per intossicazione. I vigili del fuoco, arrivati subito dopo i militari, sono riusciti a raggiungere la donna, che si era rifugiata in un ripostiglio e il figlio, anche lui disabile come il padre, ma per loro non c’era più nulla da fare.

Per spegnere le fiamme sono arrivati i vigili del fuoco di Tolentino con un’autopompa, dal comando di Macerata è arrivata un’autoscala e da Ascoli un’autopompa e un’autobotte. In tutto da circa l’una del mattino di domenica sono stati impegnati a Sarnano 14 pompieri.Secondo le prime ricostruzioni l’incendio sarebbe accidentale

 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml