È soprattutto il centro sud a essere colpito dal maltempo in questa mattina di martedì 20 novembre. Ieri la Protezione civile ha emesso un’allerta arancione per sette regioni: il Lazio, parte dell’Abruzzo, Molise, Campania, Calabria, Basilicata e i bacini centro-meridionali e sud-occidentali della Sicilia. Pioggia e vento molto stanno già creando difficoltà in molte regioni. A Napoli e in molti comuni della Sardegna oggi le scuole restano chiuse. Alcuni feriti lievi in Calabria, dove una tromba d’aria ha investito un treno, mentre nel Salento un altro convoglio è deragliato dopo essere stato colpito da un albero: macchinista e capotreno sono rimasti illesi. Problemi anche al Nord: la bora soffia forte a Trieste, a Venezia è tornata l’acqua alta, massima finora sotto il metro. 

Il sito iLMeteo.it annuncia per oggi piogge e temporali che interesseranno principalmente il Lazio, la Campania, la Calabria tirrenica; ultime nevicate a bassa quota al Nord, specie sui rilievi orientali. Venti moderati o forti. Domani ancora piogge e locali temporali interesseranno tutte le regioni tirreniche dalla Toscana alla Calabria. Il maltempo concederà una breve tregua soltanto nella giornata di giovedì. 

LE PREVISIONI METEO

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it, avverte che da venerdì 23 una nuova perturbazione atlantica raggiungerà il Nord con piogge e nevicate diffuse sopra i 1000 metri, mentre nel corso del weekend il maltempo si estenderà a tutta Italia.

Calabria, tromba d’aria su treno: feriti lievi

Una tromba d’aria ha investito il treno locale Catanzaro Lido-Crotone all’altezza della stazione di Roccabernarda. Il vento ha sballottato il convoglio che, fortunatamente, è rimasto sui binari. Diversi finestrini sono andati in frantumi: tra i passeggeri vi sono alcuni feriti, due dei quali portati in ospedale, ma nessuno, secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, in modo grave. Il treno è stato spostato alla stazione di Botricello (Catanzaro) in modo da liberare la linea ferroviaria e ripristinare la circolazione. Dalla stazione Catanzaro Lido, intanto, è partito un altro convoglio che prenderà a bordo i passeggeri fatti scendere e proseguirà il viaggio fino a destinazione. 

Deraglia treno in Puglia, nessun ferito

Nel Salento un albero è caduto su un treno delle Ferrovie del Sud-Est ne ha provocato il deragliamento. A bordo del convoglio, che viaggiava sulla tratta Casarano-Novoli, vi erano solo il macchinista e il capotreno, entrambi rimasti illesi. Una tromba d’aria abbattutasi su Parabita ha provocato ingenti danni a strutture private. I particolare i tetti di alcuni capannoni sono stati scoperchiati,ma non si segnalano feriti.

Allagamenti in Irpinia

Un violento nubifragio si è abbattuto su Avellino e sull’Irpinia tra ieri sera e la notte scorsa, provocando allagamenti ovunque, soprattutto nel capoluogo. La pioggia, che in meno di tre ore ha raggiunto i 100 millimetri ha fatto straripare il torrente Fenestrelle che ha invaso una via alla periferia di Avellino. Un’auto è stata travolta dal fango e dai detriti e l’uomo che era a bordo è stato messo in salvo da una squadra di vigili del fuoco

Bora a Trieste, acqua alta a Venezia

Acqua alta Venezia: stamattina alle 8.20 si è registrato un picco di 97 centimetri. Una misura classificata come “marea sostenuta” (codice giallo). Le previsioni dell’Ufficio maree comunale indicano un calo del fenomeno: una massima di 80 centimetri per le 21.25 e di 90 centimetri per le 9.05 di domani. Sempre al Nord, la bora è tornata a Trieste e dalla notte scorsa soffia in modo sostenuto, con la raffica massima a 116 chilometri orari. Il forte vento non sta causando danni, se si escludono alcuni oggetti caduti da edifici e tetti, come antenne, e per i quali sono intervenuti i vigili del fuoco. La bora è accompagnata a tratti da pioggia. In Friuli Venezia Giulia brusco calo delle temperature: nevicate diffuse oltre i 300 metri. Dal pomeriggio, comunque, si prevede attenuazione del maltempo; calerà anche il vento.

Frosinone, tre persone salvate sul tetto di un’auto

Tre persone sono salvate dai vigili del fuoco: si trovavano sul tetto della loro auto a Cassino, nel sud della provincia di Frosinone. La loro macchina era in balìa delle acque del fiume Garigliano. In questa zona l’ondata di maltempo della scorsa notte ha provocato i danni peggiori. Case e fattorie allagate nella Valle dei Santi e superstrada Cassino-Atina bloccata in diversi punti. Sempre nel Lazio, per le avverse condizioni meteo, soppressi alcuni collegamenti con le isole pontine. Salteranno alcune corse tra Formia e Ponza e tra Formia e Ventotene. Nei dintorni di Roma un forte temporale ha provocato allagamenti di strade nel comune di Fiumicino. 

Prima neve in Toscana

Deboli nevicate nell’Alto Mugello e sui passi appenninici della provincia di Firenze nel corso della notte. Il personale e i mezzi della Protezione civile sono in azione per garantire la percorribilità delle strade di competenza. 

 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml