Dopo i giorni neri, le devastazioni ambientali e le stragi provocate prima dagli alberi abbattuti dal vento e, ieri, dalle esondazioni in Sicilia, purtroppo ci attende un’altra settimana di maltempo, anche se la sua violenza sarà in progressiva diminuzione. E alla fine della settimana prossima potrebbe far capolino l’Estate di San Marino, uno scampolo di bel tempo fuori stagione portato dall’alta pressione che “potrebbe riuscire a espandersi nuovamente su tutto il paese, garantendo alcuni giorni di stabilità, da Nord a Sud”, spiega il sito ilMeteo.it.
 
Lunedì
Domani “le regioni centro settentrionali verranno raggiunte da una prima perturbazione atlantica che porterà fenomeni localmente intensi sulle regioni nordorientali e sul Lazio, fino a Roma”. Ma anche Campania e Puglia saranno raggiunte dal maltempo che dovrebbe però risparmiare la Sardegna e anche la Sicilia, devastata dalle esondazioni che hanno provocato dodici morti, dieci in provincia di Palermo e due in provincia di Agrigento.
 
Martedì
Resta sotto scacco il Nordovest, dove c’è rischio di nubifragi ed “elevato rischio idrogeologico”; forti temporali attesi in Liguria, Veneto e Friuli Venezia Giulia.
Meteo in peggioramento, nel pomeriggio, anche in Toscana e Sardegna”, mentre il sole tornerà protagonista nel resto del paese.
 
Mercoledì Il maltempo non mollerà la presa “insistendo ancora una volta al Nord specie regioni di Nordovest e sul Friuli Venezia Giulia”.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml