ROMA. Nella giornata mondiale del rifugiato, le paroledi Mattarella.L’Italia, in prima linea nell’adempiere con costanza e determinazione ai suoi doveri di solidarietà, assistenza e accoglienza, vede l’alto impegno morale e giuridico di protezione verso coloro che fuggono dalle persecuzioni, sancito dalla Convenzione di Ginevra del 1951, tra i principi fondamentali della nostra Costituzione”. Così, in una dichiarazione, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella nella Giornata del rifugiato.

“Nessun Paese è in grado da solo di rispondere” all’emergenza rifugiati. Per questo “il superamento della logica emergenziale e la definizione di risposte lungimiranti e sostenibili fondate sui principi di responsabilità e solidarietà, vanno concertati e condivisi dalla comunità internazionale e, anzitutto, a livello europeo, come sancito dai trattati”. Lo afferma il presidente della Repubblica Sergio Mattarella per il quale l’Ue “deve essere protagonista per sviluppare una politica comune”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop