ROMA – Il Barcellona è il club sportivo più remunerativo di tutti, quindi il più generoso e forse il più ricco complessivamente, tenendo conto di costi e ricavi. La media pro-capite di un ingaggio al Barcellona è di 11,81 milioni di euro, cifra che comprende lo sbilanciamento per Messi e la modica (relativamente) somma guadagnata da Langlet e quella specie di rimborso spese riconosciuto ai giovani della primavera che Valverde si porta dietro. Il tutto al netto dei bonus.

Secondo la statistica dello studio pubblicato da Sporting Intelligence, basato su 349 club di 13 nazioni, di 8 differenti sport, per un totale di 10.089 professionisti dello sport e un totale complessivo di “salaries” che supera i 25 miliardi di euro, è proprio il ritocco allo stipendio di Messi ad aver fatto lievitare la cifra globale (Messi guadagna 43 milioni all’anno), unitamente ai compensi di Piqué e Busquets e ai nuovi arrivi, da Coutinho a Arthur.

Dietro i catalani c’è il Real Madrid, diciamo così, retrocesso e alleggerito (dall’ingaggio di Ronaldo): appena 10,6 milioni. Per trovare altre squadre di calcio occorre scendere al nono e al decimo posto della graduatoria, con Manchester United e Juventus, quasi appaiate con un monte salari di 6,7 e 6,5 milioni. La valutazione si scontra con le convinzioni di Mourinho, secondo il quale la sua squadra non è “economicamente” all’altezza di competere con i cugini del City (solo ventesimi).

Nella Top 40 anche Chelsea, Liverpool e Arsenal. Il che dimostra che nonostante la leadership delle spagnole, in Premier si guadagna almeno due o tre volte di più. In mezzo alle quattro ricche del calcio, c’è soltanto l’Nba, l’unico campionato che può permettersi, ancora più del calcio europeo, di esibire libri paga “esagerati”: le franchigie più “luxury” sono nell’ordine Oklahoma City Thunders, che era al 1° posto nel 2017, Golden State Warriors, Washington Wizards, Toronto Raptors, Houston Rockets e Miami Heat.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml