ROMA. Il freddo ha le ore contate. Da sabato l’alta pressione comincerà a invadere il nostro Paese, favorendo l’arrivo di venti meno freddi. Il team del sito www.iLMeteo.it avvisa che grazie all’aumento della pressione la giornata di sabato trascorrerà con il bel tempo su quasi tutta l’Italia, salvo per qualche precipitazione sulla Sicilia settentrionale. Farà ancora freddo al mattino con gelate diffuse al Nord e temperature sotto lo zero e sulle zone interne del Centro-Sud, di giorno invece la temperatura salirà. In gran parte del Nord le precipitazioni resteranno assenti almeno fino a metà mese, se non oltre, aggravando la siccità.

Ma domenica il tempo cambierà nuovamente, per i venti di Maestrale che sulla Sardegna soffieranno fin oltre i 100 km/h. Così ci sarà un peggioramento del tempo su Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia con precipitazioni di modesta entità e nevose sopra gli 800-900 metri. Continuerà a splendere il sole sul resto d’Italia, ma la nebbia che potrebbe tornare sulla pianura del Veneto. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it, fa sapere che la prossima settimana inizierà ancora con piogge sulle regioni meridionali, specialmente su Sicilia e Calabria, poi il tempo migliorerà anche qui. Da giovedì 17 una perturbazione atlantica sospinta da venti meridionali farà tornare la pioggia al Nord e sulle regioni tirreniche. Infine, è possibile una fase fredda e nevosa dopo il 20 gennaio con occasioni per nevicate in pianura anche al Nord.

 


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml