MILANO – Di fronte allo stallo prolungato su Correa diventa sempre più probabile la necessità di un’alternativa per regalare a Giampaolo un altro attaccante prima della chiusura del mercato in programma lunedì. Il nome che sta prendendo quota è quello di Kouamé. Il giovane ivoriano del Genoa è più abbordabile rispetto a Depay che ha un costo di poco inferiore a quello di Correa.

La stessa coppia un anno dopo

La guizzante punta rossoblù inoltre ha il vantaggio di conoscere molto bene Piatek. Il centravanti polacco ha vissuto il periodo migliore della carriera proprio a fianco dell’ex giocatore del Cittadella nella prima metà della scorsa stagione al Genoa. Ora la coppia potrebbe riformarsi a Milanello. Maldini e Boban tenteranno ancora di chiudere con Correa, convinti di aver formulato una proposta convincente all’Atletico Madrid: prestito oneroso con diritto di riscatto che diventerebbe obbligo di fronte a condizioni facilmente raggiungibili per un totale di 40 milioni, quindi di fatto un acquisto a titolo definitivo, spalmato su due esercizi per motivi di bilancio. Questa operazione avrebbe il probabile vantaggio di consentire la cessione di André Silva al Valencia grazie al passaggio di Rodrigo all’Atletico. Ma per ora continua a mancare l’accordo definitivo.

Altri nomi in Spagna

Ecco perché il nome di Kouamé prende quota. Dalla Spagna sono giunte voci sull’esterno offensivo (e trequartista) del Real Madrid, Brahim Diaz. Possibile un prestito dalle “merengues” al Milan. Ma il club rossonero non conferma. E anche il giocatore non sarebbe convinto. Forse la soluzione è molto più vicina a Milano: Kouamé, già in gol alla prima di campionato nel 3-3 del Genoa all’Olimpico con la Roma. C’era stato qualche sondaggio a giugno. Poi il Milan aveva preferito seguire altre piste. Ora il sorridente e guizzante ivoriano diventa la possibile soluzione all’imbocco del rettilineo finale del mercato rossonero.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml