MILANO – Dopo mesi da cacciatore, il Milan è diventato preda. Adesso la squadra rossonera dovrà modificare le sue impostazioni di programma. Ha completato il sorpasso all’Inter al 3° posto ed è nelle prime quattro con un margine in aumento sulla Roma. Quindi inizierà a scendere in campo con le avversarie nello specchietto, non davanti a dare un punto di riferimento.
 

GESTIONE DELLA CONDIZIONE

Il primo impegno di questo nuovo campionato è il più morbido possibile: il Chievo ultimo in classifica, avversario sabato sera al Bentegodi. Gattuso ha già iniziato da qualche settimana una fase di dosaggio delle forze. Nei mesi scorsi ha stoccato molta benzina nelle gambe dei giocatori, come dimostrano le recenti prestazioni improntate a una buona dinamicità di Romagnoli e compagni. L’allenatore rossonero ha sempre puntato su una preparazione fisica molto robusta, anche a costo di spingere alcuni giocatori al limite. E’ stato lui stesso a riconoscere che ci sono stati molti infortuni lo scorso autunno. Adesso vuole prolungare al massimo gli effetti di questo momento di buona condizione fisica. Per questo ha scelto di concedere più riposo possibile ai giocatori, quando gli impegni lo consentono. Con la collocazione degli orari degli allenamenti l’allenatore cerca di arrivare a un giorno e mezzo di vacanza. Dopo la vittoria sul Sassuolo i giorni di sosta sono due: la squadra ricomincerà ad allenarsi domani.
 

ALMENO UN CAMBIO OBBLIGATO

In vista del Chievo dovrà per forza esserci almeno un cambio nella formazione titolare. Rodriguez, fedelissimo di Gattuso, è squalificato a causa dell’ammonizione rimediata sabato. Al posto del terzino svizzero è pronto Laxalt. Da valutare se ci saranno altri avvicendamenti. Occhi puntati su Suso alle prese con un momento di forma non brillantissimo. Il dosaggio delle forze con il Chievo diventa indispensabile considerando che una settimana dopo è in programma un derby-spareggio per la zona Champions.



SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml