MILANO – Il Milan è partito per gli Stati Uniti dove affronterà in amichevole Bayern Monaco e Benfica nell’ambito dell’International Champions Cup. Decollo da Malpensa e arrivo a Boston che è stata scelta come base logistica della squadra al di là dell’Atlantico, visto che la partita con i portoghesi si giocherà (domenica 28) al Gillette Stadium di Foxborough, cittadina a pochi chilometri dalla capitale del Massachusetts (teatro della sfida con i tedeschi mercoledì 24 sarà invece Kansas City). E’ stato Marco Giampaolo a fare il punto della situazione dopo la prima fase della preparazione effettuata a Milanello, all’indomani del pareggio per 1-1 con il Novara.

Attesa senza forzature

L’allenatore rossonero sa che la rosa deve ancora essere completata da alcuni nuovi acquisti (un difensore centrale, un centrocampista e una seconda punta) ma non vuole forzare su questo punto: “La situazione ottimale è quella di lavorare con un gruppo formato già dall’inizio, ma non è così né per me né per gli altri, ma di questo non mi lamento. Qualsiasi tipo di discussione relativa a questo problema sarà affrontata all’interno del club”. Ovviamente l’ex tecnico della Sampdoria vorrebbe avere i rinforzi prima possibile: “Speriamo che il mercato finisca prima del 2 settembre. Io penso a lavorare con grande entusiasmo e quando ho risposte positive da parte dei calciatori, mi fa piacere. Il mercato mi piace poco. Ho grande fiducia nel lavoro dei miei dirigenti. Hanno qualità e competenza, sanno di cosa abbiamo bisogno e sono fiducioso. Il tempo sarà determinante e siamo tutti legati agli aspetti temporali, sia io che i miei colleghi. Ma questo lo so e ne sono consapevole. Sono dalla mattina alla sera con la testa dentro al Milan. Il mio unico e solo pensiero è il Milan. Bisogna aver pazienza e tempo, ma sono sicuro di potercela fare”.

Risposte positive da Suso

Finora l’esperimento tattico intorno al quale c’è maggiore curiosità è quello di Suso trequartista: “Suso mi ha dato grande disponibilità per lavorare in quel ruolo – dice Giampaolo – lo ha fatto molto bene. E’ un giocatore forte che ha visione di gioco e salta l’uomo. Può fare la differenza. Gli sviluppi di mercato, quindi situazioni che vanno al di sopra di me, non mi competono. Dovete parlarne con Maldini, Boban e Massara. Io oggi alleno 22 giocatori e cerco di tirare fuori il meglio da loro”. Stesso discorso per le indiscrezioni di mercato intorno a Modric: “Dovete chiedere a Maldini”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml