MILANO – Il Milan perde André Silva, ma trova 35 milioni utili per riscattare Higuain al termine di questa stagione. E’ l’effetto dell’annuncio del direttore sportivo del Siviglia, Joaquin Caparros: “Eserciteremo il diritto di riscatto a prescindere dalla volontà dei rossoneri. Per Andre Silva è già in programma un contratto pluriennale che lo legherà definitivamente al Siviglia”. Il club spagnolo non ha dubbi visto la partenza convincente nella Liga di Andrè Silva, ceduto in prestito in estate dal Milan dopo una stagione deludente.
 
HIGUAIN SENZA SPESE, MA PRIMA IBRA – Questa somma consentirà al Milan di esercitare il riscatto (ampiamente previsto) di Higuain dalla Juventus senza pesare ulteriormente sul bilancio dopo i 18 milioni versati la scorsa estate per il prestito oneroso. E quindi potrebbe liberare risorse in vista del prossimo mercato di gennaio sul quale il Milan ha esigenza di muoversi con decisione vista l’emergenza infortunati. Sembra sempre più vicino l’accordo con Ibrahimovic che dovrebbe percepire un ingaggio di circa 2 milioni per tornare a gennaio al Milan e chiudere la stagione con l’obiettivo di favorire il ritorno in Champions League. Ma la definizione di questo affare è legata alla sentenza della Camera Giudicante Uefa sul fair-play finanziario che dovrebbe arrivare intorno alla metà di dicembre. Se non ci saranno vincoli sul mercato, lo svedese avrà il via libera.
 
CALABRIA E CALHANOGLU IN GRUPPO – A Milanello buone notizie per Calabria e Calhanoglu che si sono allenati in gruppo. Quindi possono essere considerati disponibili per la partita di domenica con la Lazio all’Olimpico. Gattuso a questo punto potrebbe schierare Calabria nella difesa a tre insieme a Zapata e Rodriguez. Con la possibilità di utilizzare Abate o Borini nella posizione di esterno destro della linea del centrocampo a quattro. Intanto Strinic racconta la sua gioia per il ritorno agli allenamenti dopo il problema al cuore: “Ho avuto paura di smettere di giocare a calcio – dice il difensore croato a Sky Sport – ho fatto controlli ogni mese e mi hanno detto che era tutto ok e avrei potuto riprendere ad allenarmi. L’accoglienza di Gattuso e della squadra è stata emozionante, mi hanno fatto un applauso. Ora devo ripartire da zero con la preparazione, mi alleno e poi vedremo. L’obiettivo sarebbe tornare per Milan-Fiorentina del 22 dicembre, ma è difficile adesso fare programmi”.

Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml